1 settembre 2008

Una fragranza per ricominciare


Oggi è il primo settembre, che per me, amante del sole, del caldo, dell'atmosfera estiva corrisponde ad un momento difficile da superare. Lo so è solo una data, ma per me è il confine tra i tre mesi migliori dell'anno, e i nove che devo affrontare per poter tornare ad avere intorno il clima che mi piace.
Quindi devo aiutarmi con qualcosa che mi tiri su e mi ci tenga, su. Nove mesi sono lunghi.

Il Vetiver di Tauer è finito e quindi non ci posso contare, così ho fatto il giro della mensola e ho optato per una fragranza che d'estate non metto mai: il Tiarè di St. Barth. Un tiarè insolito, accoppiato ad un patchouli che gli dà corpo e lo rende profondo, adulto, rallentato e quasi crepuscolare. Crepuscolare in questo periodo, perchè la stessa fragranza, indossata a gennaio, è un'esplosione di oro rosso e note squillanti! Ha una composizione tutto sommato abbastanza semplice, nel senso che non si evolve quasi per niente, nonostante il volume stentoreo (attenzione alle quantità, è un profumo oleoso) e la persistenza favolosa. Sui vestiti addirittura qualche giorno. Mi ci sono immersa, con grande soddisfazione.
Un altro mio favorito di St. Barth è il giglio ("Lys"), che ultimamente ho indossato parecchio, soprattutto di sera. Un fioritone sonoro e vagamente snob, che mi è piaciuto dalla prima volta che ho annusato. Insomma, ora che l'estate sta finendo, ho una gran voglia di St. Barth! Aiuto!
Voi che fragranza state indossando in questi giorni per ripartire?


La foto è mia, fatta un paio di settimane fa.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Marika bentornata.....

Io mi consolo sempre con i miei Guerlain....un giorno Chamade, un giorno l'Heure bleu, Mitsouko, Apres l'ondee, Vega e via dicendo, è un pozzo senza fine...che meraviglia che mi hai fatto conoscere....ti ringrazio sempre molto....

Un abbraccio Elmifra

ANDREAHF ha detto...

ciao skand@ come stai?

hai parlato proprio di un profumo che ho acquistato per paura di non trovarlo piu' in futuro(pare che sia oramai fuori produzione), ma non mi ha entusiasmato quando e' arrivato.
pesante, troppo secondo me...pero' mi hai fatto venire voglia di riprovarlo...ti diro' come lo trovo...

Paolo ha detto...

Io soffro molto il caldo, per cui non amo particolarmente l'estate, ma in questi giorni sto portando "Aria di Mare Haute Concentration" de Il Profumo: la prima volta che l'ho provato mi ha riportato di colpo alle vacanze al mare che facevo con la mia famiglia da bambino.

ADJIUMI ha detto...

Ciao amica, che bello rileggerti!!
Cosa sto mettendo in questi giorni? mi sto buttando sugli ultimi acquisti, quindi è più la fare dei test, ho comprato dei Durbano, qualche Artisan, anche io sto usando i St. Barth, più o meno quelli che hai nominato tu, ne ho comprato uno della nuova linea, ma non fa per me, hai presente quelli nelle boccette stretta e alte?
Sto mettendo parecchio anche red veryver di Montale, con quel frizzantino piacevole....e non voglio dimenticare il nuovo The Different Company.

Bacino.

Giovanni ha detto...

Ciao B&B e buon rientro. Io purtroppo devo dirti che sono agli antipodi rispetto alle tue sensazioni. Settembre mi evoca il ritorno alla vita e l'autunno è una delle mie stagioni preferite. Finalmente si può rientrare a casa, ci si può coccolare sul divano senza aver paura di sudare, si possono accendere le candele senza sciogliersi insieme alla cera...
Non ho indossato un profumo in particolare per ripartire, ma a casa l'odore dell'autunno per me è Chene di Diptyque!
Baci e a presto

Anonimo ha detto...

Cara BeB,
non sai quanto ti capisco!!!
Anche per me l'estate è il periodo adorato e settembre mi mette inevitabilmente malinconia.
E allora, come le belle giornate si accorciano da un lato e dall'altro ancora ci illudono, anche io sono combattuto tra indossare gia le coltri olfattive di cuoio, tabacco, legni e resine da un lato, e il coccolarmi con fiori e accenti verdi, illudendomi che sia primavera e non autunno... Un po come oggi che porto Gramercy Park di Bond No. 9 che fa sbocciare un mughetto lattiginoso tra l'erba e i germogli verdi :) Non serve certo a tornare indietro nel tempo ma almeno cura la malinconia :)

Magnifiscent

Anonimo ha detto...

Finalmente a casa, cara B&B (purtroppo, dirai tu).

Personalmente non mi sono ancora accorta che l'estate sia finita per il semplice fatto che faccio finta che non lo sia. Per quanto riguarda i profumi indossati durante la stagione calda devo dire che - nella scelta mattutina o serale - non ho pensato minimamente al clima caldo, non ho pensato all'estate in se - ma ho pensato solamente a me, al mio umore al mio volermi proporre e imporre donna ogni momento e ogni giorno e, quindi, via con i profumi ambrati, speziati, dolci e femminili: Arabie di Lutens, Ambre Sultane, sempre di Lutens, Ambre Nude creata da Tom Ford per Estè Lauder ( e che indosso stamattina), Nuit noir di Mona di Orio, Loukhoum di Keiko Mecheri, Kasaneca (etereo ma pieno di feronomoni), Jungle di Kenzo, Angel, Poeme di Lancome, Gold di Menard, Musc ravageur di Malle, tutti i campioncini di vaniglia ai vari gusti di Comptoir Sud Pacifique ( purtroppo finiti), First di Van Cleef ecc.. ecc dovrei elencarne troppi. Insomma ogni giorno due tre profumi diversi ma che indossavo anche prima, in inverno e in primavera e, se troppo forti, troppo intensi, beh, pazienza per chi mi stava accanto....
Alessandra di Varese

Ps: la foto è bellissima, il quale luogo sei stata.

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Andrea, in effetti sembra che le fragranze della linea vecchia non le producano più, a favore della linea rinnovata. Sì, sono quelli alti e sottili di cui parla Adliumi e sapendo quanto i nostri gusti siano simili, se lui dice di non amarli, sarà difficile che mi piacciano. Ehi amico, cos'hai provato e perchè non fa per te?
Alessandra, hai ragione non c'è un reale motivo per privilegiare fragranze fresche d'estate e calde d'inverno: dipende solo da noi e da cosa ci piace e ci fa stare bene, il resto è aria. Calda o fredda, poco importa.
ps
sono stata sul Mar Rosso, per una spettacolare settimana di immersioni. :-)))

Magnifiscent, caro, mi hai dato un'idea, e infatti stasera sto indossando The Unicorn Spell (Les Nez), una violetta umida che mi ricorda Apres l'Ondèe nel drydown. La conosci? Con questa fragranza sulla pelle e la pioggia di oggi, io sono senz'altro ad aprile.

Carola, goditeli i tuoi Guerlain, che sono un toccasana per lo spirito!
Paolo e Giovanni, vi invidio un pò: per voi il bello arriva adesso! :-)

Davide ha detto...

Ciao a tutti! B&B, aggiungimi pure a Paolo e Giovanni: anche io come ho già accennato in passato patisco il caldo in modo terribile... Infatti dai miei tratti somatici poco mediterranei e molto nordici a volte penso proprio che la cicogna che mi ha portato fosse al suo primo volo e, inesperta, mi abbia perso da qualche parte un po' più a sud di dove ero destinato!
Forse è un po' un paradosso, a veder la stagione, ma anche per me l'autunno rappresenta un ritorno alla vita e a nuove speranze! E poi... è nelle stagioni fredde che i miei profumi preferiti danno il meglio di loro! Visto che parlate di St. Barth... Qualcuno ha provato St. Barth Homme? Ho visto la composizione e mi dice fougere... Voi che dite?

roxy ha detto...

Avevo lasciato un post, ma evidentemente per un errore mio si è perso...:(( Comunque cara B&B, ti dicevo che sono piuttosto scissa in due: da un lato avrei ancora voglia di estate, e allora ricorro ai miei Figuier di Heeley e Carnal Flower di malle, dall'altro son già proiettata verso l'autunno..Così proprio in questi giorni ho soddisfatto un desiderio che avevo da qualche tempo, ossia mi sono regalata Bois d'argent, confortevole come una sciarpa di cachemere (oddio, forse è un po' troppo presto..!). Mi sembrava che ne avessi parlato anche tu in un tuo post. Un saluto

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Davide :-) purtroppo St. Barth Homme non lo conosco, e non posso aiutarti. Fa parte della linea nuova?

Roxy mi spiace ma il primo che avevi scritto non è arrivato. Però fortunatamente questo sì. Della Colonia ne avevamo parlato con Magnifiscet e Gretel più indietro, nel post su Prada e nel post precedente. Bell'acquisto, morbido e avvolgente. Secondo me in giornate come oggi (qui è nuvoloso) puoi già iniziare a godertelo tranquillamente!

Davide ha detto...

Ciao B&B!
Non dsaprei dirtelo se St. Barth homme sia o meno una novità: di certo - guardando il sito - supporrei che non faccia parte della nuova linea. Che contiene delle fragranze unisex interessanti. Comunque, poco male: lunedì sarò a Milano e di sicuro colmerò la lacuna... spero di racimolare anche un campioncino, cosìmda studiarmelo e... se sarò in grado vi farò un piccolo resoconto.

Ciao ciao... meglio che vada a dormire perché oltre che essere le 3 meno dieci ed avere lavorato come cameriere tutto il dì, sento anche l'effetto dell'ottimo vino di Gattinara!

D.