1 dicembre 2008

Profumare l'inverno/Scenting winter

PLEASE SCROLL DOWN FOR ENGLISH TEXT!

Vi racconto cosa si trova in questo momento, nella parte anteriore della mia mensola, cioè quello che sto indossando in queste settimane gelate. Sono tra i miei profumi preferiti di sempre, in ogni condizione e temperatura ma alcuni di questi danno il loro meglio proprio al freddo.
Innanzitutto un patchouli per me irresistibile: Coromandel della linea Exclusifs di Chanel, che la cara AnnaMaria mi ha mandato per coccolarmi. Ho finito gli 8 ml, e sto iniziando a guardarmi intorno per reperirne una bottiglia. Al limite, da condividere con qualcuno. E' un patchouli molto particolare: ombroso, terroso eppure di una raffinatezza estrema. Molto presente e persistente, mi ha regalato complimenti inattesi per due giorni di fila (e non mi è MAI successo prima).
Un altro grande classico del periodo invernale per me è l'Imperial Opoponax delle Nereides, un tripudio di legni e resine che mi fa sentire una principessa guerriera. Ruvido di quella ruvidezza ricercata che mi piace tanto.
Una fragranza che mi scalda fino a raggiugere i 100° è il Cuir Ambre di Prada: un cuoio animale e ambrato, ipnotizzante, assolutamente non dolce e con un fondo urinoso che trovo irresistibile (lo so: "urinoso" non è un aggettivo troppo allettante... ma garantisco che la fragranza è così buona da dare dipendenza, e proprio per questa sua qualità che mi fa continuamente annusare i polsi).
Continuo ad apprezzare anche col freddo il Bois des Iles di Chanel, che mi intiepidisce l'anima con una calda luce dorata come quella di un tramonto autunnale.
Shalimar di Guerlain (sempre e solo vintage) invece lo uso nei momenti serali, a volte poco prima di andare a letto, perchè la sua soffusa affinatezza di legni e resine è così sensuale da dover essere riservata a momenti speciali.
Ambre Precieux (MPG) è la MIA ambra. Mai sentita un'altra migliore o capace di scaldarmi meglio il sangue. Confortante, raffinata, assolutamente eccezionale.
Terre de Sarment (Frapin) mi piace perchè porta il sole in queste giornate così umide e piovose. Un sole dolce, amorevole, capace di scaldare la terra e far maturare la frutta sugli alberi. Il sole che adesso mi manca.
Benjoin di Prada ha un avvio affumicato, legnoso, che mi conquista. Poi si scioglie in una dolcezza da caramella mou, ma sempre affumicata e legnosa, soave eppure rauca. Non si evolve così tanto, ma ha un calore e una persistenza davvero impareggiabili.
Ma ce ne sono altri che in questo periodo uso ogni tanto: Fumerie Turque di S. Lutens con la sua dolcezza fumosa e insieme fruttata, il Tabacco di Odori, e Feminitè du Bois di Shiseido, avvolgente, conturbante, ipnotizzante.
E voi? Come cambiano col freddo le vostre preferenze in fatto di profumi?

ENGLISH TEXT
Today I'm going to tell you what is up-front in my shelf; that is, what I'm wearing in these frosty weeks. They are among my favourite perfumes of all time in any temperature and weather condition but some of them give their best in the cold, so I'm enjoying them fully. First, an irresistible patchouli: Coromandel from Chanel's Exclusif line, that Nynive, who knows me well, sent me as a cuddle (and I’ll never stop thanking her for this). Since I finished my 8 ml, I'm starting to look around to find a bottle, maybe, to be shared with someone. It's a very special patchouli: shady, earthy yet of extreme refinement. Very present and persistent, I got unexpected compliments for two days in a row (and It never happens). Another great classic winter scent for me is Imperial Opoponax by Les Nereides, a riot of woods and resins, which makes me feel like a warrior princess. Roughness of the smoothest kind of rough that I'm truly in love with. A fragrance that warms me up to 100°C is Cuir Ambre by Prada: a mesmerizing amber married with animal leather, with a urinous side (I know, "urine" is not too attractive an adjective... but I guarantee the fragrance is tremendously good just for this urinous quality that makes me continually sniff the wrists). I take comfort in freezing weather wearing Bois des Iles by Chanel, It warms up my soul with a golden light as that of an autumnal sunset. Ambre Précieux (MPG) is MY amber, mine as if Jean Laporte composed it expressly for me. Never found another one capable of heating my blood this way. Comforting, sophisticated, absolutely exceptional. Terre de Sarment (Frapin) conveys the sun in these wet days. A smooth, sweet, sun, gently warming the earth and ripen fruits on trees. The sun I am missing now so much. Benjoin Prada conquered me with its smoky, woody start. Then the smoke dissolves into a toffee sweetness; it doesn't evolve so much, but it has a warmth and a truly unmatched persistence. But there are others which I use even if not so often: Fumerie Turque by S. Lutens with its tobacco and fruity sweetness mixed together, or the Tobacco by Odori (a vanillic tobacco), Feminite du Bois from Shiseido, enveloping, provocative, mesmerizing as a witchcraft. And you? How do your preferences change in freezing weather?

Nessun commento: