30 giugno 2010

L'Eau Serge Lutens (Serge Lutens, 2010)

Oggi pomeriggio ero in giro con Anna e abbiamo deciso di fare un giretto in profumeria. Così ho potuto riprovare l’Eau Serge Lutens, di nuovo sulla pelle. E’ una fragranza dominata dalle note fresche e metalliche delle aldeidi, da diversi tipi di muschio bianco e dalle note secche ed ozoniche di alcune molecole del tipo “nuova freschezza” (sapete quelle che non si possono chiamare “detersivo” perché fa brutto? Ecco, quelle. Ma in ogni caso suggeriscono un’idea, quindi non ci trovo niente di sconveniente nell’usarle, se si è in grado di garantirgli dignità, come in questo caso). Insomma, chiamatele un po’ come volete: sono tutte lì e scintillano come raggi di sole sulla neve. Prima di continuare a leggere, però, vi suggerisco di dare un'occhiata alla videopresentazione del profumo.

L’Eau Serge Lutens (Serge Lutens, 2010)

This afternoon I was out with AnnaMaria and we decided to get to a perfumery store to try again l’Eau de Lutens, again on skin. The fragrance is dominated by the fresh, metallic feeling of aldehydes, clean notes of the "white musk" kind, and by other dry, ozonic notes of the "new freshness" kind (d’you know those molecules that cannot be called "detergent" because it sounds bad and disrespectful? Exactly those. In any case, they do convey an idea, so I see nothing wrong in using them if you are able to allow them dignity, as in this case). Please, before reading on, look at this videopresentation of the perfume, because it will make some concepts clearer.

29 giugno 2010

Giocando col template/Playing with templates

Blogger ha messo a disposizione la possibilità di personalizzare il template e quindi ne approfitto per giocare  un pò con i colori e le strutture :-)

Blogger has introduced a new feature: now I can customise my template. Thus I'm playing a little bit with colours and structures :-)

23 giugno 2010

Oranges & Lemons say the Bells of St. Clement's (James Heeley, 2010)

Ad Esxence James Heeley aveva presentato la sua nuova fragranza "Oranges & Lemons say the bells of St. Clement's", ma io non ero riuscita a provarla, e quindi non ne avevo scritto niente. Nei giorni scorsi però, finalmente ho potuto indossarlo con calma e farmene un'idea. E l'ho apprezzato molto.
Si tratta essenzialmente di una fragranza agrumata, con arancia, limone, bergamotto, mandarino, neroli, petitgrain, tè "Earl Grey", ylang ylang e vetiver.

Oranges & Lemons say the bells of St. Clement's (James Heeley, 2010)

During  Esxence Exhibition in Milan, James Heeley presented his new fragrance "Oranges & Lemons say the bells of St. Clement's", but unfortunately I was unable to try it, so I wrote nothing about it. But in these last few days I finally got to wear it and I could appreciate it, so here I am.
This is essentially a citrus fragrance, featuring orange, lemon, bergamot, mandarin, neroli, petitgrain, "Earl Grey" tea, ylang ylang and vetiver.

16 giugno 2010

Biche dans l'Absinthe (Victoire Gobin Daudè, 2002)

Avevo a lungo sentito parlare di questo profumo, creato da Victoire Gobin Daudè, una giovane e talentuosa compositrice francese, attiva solo tra il 2002 e il 2005. Le sue cinque creazioni (Sous le Buis, Biche dans l'Absinthe, Jardins Ottomans, Nuit au Désert, Sève Exquise), di cui oggi si trovano rarissimi esemplari, a prezzi proibitivi, sono rimaste leggendarie. Un pò come quando un cantautore giovane realizza uno, due album pieni di poesia e di eccezionale talento e poi muore, lasciando rimpianto ed amarezza per quello che avrebbe potuto essere il suo contributo alla musica, che invece è andato perso. Un pò come Jeff Buckley, insomma. Perchè lei, almeno per ora, non compone più.

Biche dans l'Absinthe (Victoire Gobin Daudè, 2002)

I had heard wonders about this fragrance, created by Victoire Gobin Daudè, a talented young French composer, active between 2002 and 2005. Her five creations (Sous le Buis, Biche dans l'Absinthe, Jardins Ottomans, Nuit au Désert, Sève Exquise), now very rarely found and at prohibitive prices, are something "legendary". A bit like when a young, talented singer makes one, two albums of truly exceptional beauty and then dies, leaving us regretful for having lost his precious contribution to music. A bit like Jeff Buckley, in fact. Because Victoire, at least for now, is no longer composing.

9 giugno 2010

Ottavo -ed ultimo- incontro Olfattivo / 8th -and last- perfumed meeting

Giovedì 10 giugno, alle ore 18 si svolgerà l'ultimo incontro olfattivo presso Caleri. Poichè le vacanze estive si stanno avvicinando, il titolo dell'incontro sarà "Profumo di vacanze: ylang ylang, cocco, tiarè, ed osmanto ci portano nei luoghi più esotici del mondo", e per rendere ancora più intrigante il viaggio parleremo anche di ambra grigia e muschi: muschio di quercia e di albero, e muschi sintetici, tra cui i muschi bianchi.
La lista dei profumi da farvi sentire è pronta, quindi... non resta che darvi appuntamento da Caleri (tel. 010 581312) alle 18!

Thursday, June 10th at 18 o'clock the last perfumed meeting will take place at Caleri's. As summer holidays are approaching, the title of the meeting will be "Perfume of holidays: ylang ylang, coconut, tiarè and osmanthus take us to the most exotic places int he world", and in order to make the thing even more exotica and intriguing we'll also speak of grey amber (ambregris) and musks: tree and oak moss, white musks and sinthetic musks such as white musks. The list of scents we're going to test is ready, so... see you tomorrow at Caleri's (tel. +39 010581312)!

3 giugno 2010

Una Signora del Profumo: Maria Candida Gentile (n.2)

Questo post inizia qui

Gershwin ed Exultat sono i due che invece presentano una piramide più classica. Gershwin è un omaggio alla famosa “Rapsodia in Blu” del compositore americano, ed è essenzialmente un agrumato, con olii essenziali (limone, arancio amaro, pompelmo) di primissima qualità, a cui si affianca un incenso molto raffinato, luminoso, con note metalliche e asciutte che si legano bene agli agrumi e che restano a lungo sulla pelle dopo che gli agrumi sono evaporati.

A Perfume's Lady: Maria Candida Gentile (#2)

This post originates here
Gershwin and Exultat are the two that, instead, show a more traditional pyramid. Gershwin is a tribute to the famous "Rhapsody in Blue" by the American composer, and is essentially a citrus scent. Essential oils (lemon, bitter orange, grapefruit) of the highest quality, and they are flanked by a very bright incense with a dry, metallic undertone that binds well citrus and remains on the skin long after that citrus fruits are evaporated.