30 maggio 2011

Un giugno fantastico

Vi segnalo alcune date in cui avranno luogo eventi di formazione, degustazione, divertimento, ne aggiungerò altri nei prossimi giorni, appena saprò le date precise.

Degustazione
Sabato 4 giugno, ore 18, presso l'agriturismo “Il pernambucco della contessa” a Finale Ligure conferenza-degustazione "Viaggio nelle antiche salse da mortaio", a cura di Umberto Curti (Ligucibario). Un percorso culinario tra le ricette dell’agliata, del marò di fave, delle antiche salse a base di frutta secca… ad ogni assaggio, vini accuratamente abbinati e una dispensa d’approfondimento con le ricette passo per passo, per ben assaporare e ben preparare. Info su Ligucibario.

A wonderful June

Here you have some interesting training and tasting events taking place in July; I'll add more in the coming days, as soon as I know the exact dates.
Tasting
Saturday, June 4, at 18, in the farmhouse "Pernambucco della Contessa" in Finale Ligure (Genova) conference-tasting "Old mortar sauces and dressings" by Umberto Curti (Ligucibario). A journey of culinary recipes involving garlic, sailor bean, dried fuits... every recipe will be carefully matched with wines and step-by-step recipes will be given, so to enjoy sauces made by yourself.

26 maggio 2011

Ottavo incontro sugli Artisti del profumo / Eight meeting on perfume Artists

Oggi alle 18 la Profumeria Caleri (Via XXV Aprile, Genova, tel. 010581312) avrà luogo l'ottavo incontro del ciclo "Il Profumo, e gli artisti che lo compongono". Parleremo della ricerca di uno stile riconoscibile e personale analizzando alcune composizioni di due straordinari marchi per cui hanno lavorato tutti i migliori compositori di fragranze: L'Artisan Parfumeur e Editions de Parfums Frederic Malle.

Today at 18th, the eighth meeting of the series "Perfume, and artists who compose it" will take place at the Perfumery shop Caleri (Via XXV Aprile, Genova,  tel. +39 10 581312). Today we'll talk about the research for a recognisable, personal style testing compositions from two extraordinary lines for which all the best composers have worked: L'Artisan Parfumeur and Editions de Parfums Frederic Malle.

23 maggio 2011

Smell Festival (Bologna, 24-29 Maggio)

Da domani, 24 maggio fino a domenica 29, a Bologna si svolgerà "Smell Festival", il primo Festival Internazionale dedicato all'Olfatto e all'arte del profumo. Il programma è itinerante, le sedi principali sono il Museo della Musica e il Museo Archeologico ma il calendario prevede incontri, olfazioni, workshop e installazioni inserite in contesti diversi, per promuovere l’educazione olfattiva sia degli adulti che dei bambini. Saranno presenti creatori di fragranze, giornalisti, scrittori, danzatori, attori, docenti universitari, naturopati, erboristi, acrobati, che insieme comporranno un puzzle capace di parlare di profumo a 360°. 
Io sarò presente domenica 29 alle ore 11 al Museo della Musica. Ufficialmente presenterò il mio libro "L'arte del Profumo", ma soprattutto accompagnerò il pubblico ad esplorare alcuni dei profumi (storici e moderni) raccontati nel volume. E soprattutto, sarà un'occasione per chiacchierare di profumo!
Programma qui!

Smell Festival (Bologna, May 24th-29th)

Starting tomorrow, May 24th until Sunday 29th Bologna will host "Smell Festival", the first International Festival dedicated to smell, and the art of perfume. The headquarters of the exhibitions are at the Music and the Archaeological Museums, but the schedule will include meetings, smelling workshops and installations in different contexts, to promote olfactory education both to adults and children. There will be fragrance creators, journalists, writers, dancers, actors, academics, naturopaths, herbalists, acrobats, which -together- will compose a puzzle speaking of perfume at 360°.

I will be present next Sunday (29th) at 11 am at the Music Museum. Officially, I'll present my book "The Art of Perfume", but it will be above all an occasion to explore some of the perfumes reviewed in the book. And above all, we'll talk with perfume!
Program here (english version).

18 maggio 2011

Zeta, il nuovo profumo di Andy Tauer

Grazie a Nyneve che me ne ha mandato una fialetta ho potuto provare per qualche giorno Zeta, il nuovo profumo di Andy Tauer. Zeta è sostanzialmente l’omaggio di Andy al fiore del tiglio, e l’estrazione tramite CO2 (cioè anidride carbonica) ne restituisce esattamente la dolcezza euforizzante che ad altre fragranze al tiglio mancava. Ma –ed è questo, che mi è piaciuto particolarmente- per come è stato lavorato, alla fine il tiglio viene trasformato da elemento centrale (e prezioso) a poco più di un pretesto per parlare di questo periodo di tarda primavera-inizio estate, di prati verdissimi inondati da una luce dorata, di pomeriggi trascorsi sotto gli alberi a leggere, giocare e perché no anche amoreggiare pigramente, vestiti di lino bianco, senza pensieri molesti in testa.

Zeta (Andy Tauer, 2011)

Thanks to Nyneve who gave me a little vial, I could wear Zeta, Andy Tauer’s new fragrance, for a while.
Zeta is basically Andy’s homage to linden blossom, and the CO2 extraction (ie carbon dioxide) returns exactly the euphoric sweetness that was lacking in other linden-based compositions. But -and this is something I particularly appreciated- linden blossom has been transformed from the central character of the play, to little more than an excuse, a pretext to talk about this period of the year: late spring/early summer, emerald-green fields awash in golden light, afternoons spent under trees to read, play and flirt, dressed in white linen, without any disturbing thought or worries.

13 maggio 2011

E' vero che...? 2/2

Le note animali come Ambra Grigia, Musk, Zibetto, Castoreo… si usano ancora nella profumeria moderna? Oppure, da cosa sono state sostituite?
Non esistendo una regolamentazione ufficiale per quanto riguarda l’impiego nei profumi di note animali, molti Paesi ne fanno ancora uso. Da noi in occidente però non vengono più utilizzate per motivazioni diverse, soprattutto di natura etica (vorreste indossare un profumo la cui produzione ha richiesto l’uccisione di un animale?) ma anche tecnica (difficoltà di reperibilità e quantità limitate =  costi elevatissimi).
Abbiamo quindi annusato l’Ambrarome (specialità di Synarome che sostituisce la tintura di ambra grigia- nota calda, con effetti cuoio mielato e una rimembranza di cisto labdano) e la Civette Odoressence (specialità di Robertet, nota molto vicina a quella proveniente dall’animale).

Is it true that...? 2/2

Are animal notes like Ambergris, Musk, Civet, Castoreum still used in modern perfumery?

Since there’s no official regulation regarding the use of animal notes in perfumery, some countries are still using them. But in Europe and Americas their use has long been discontinued mainly for ethical reasons (would you wear a perfume whose production required killing an animal?) but also technical (limited quantities available=high costs). We then tested Ambrarome (Synarome specialty replacing the ambergris, with warm honey, leather effects and a remembrance of Cistus labdanum) and Civette Odoressence (Robertet specialty very close to the actual animal scent).

10 maggio 2011

"E' vero che...?" Piccolo resoconto dopo Esxence (1/2)

Il programma degli eventi della scorsa edizione di Esxence prevedeva alcuni incontri dal titolo “E’ vero che…? Miti e realtà del mondo dei profumi”. Gli incontri, organizzati e condotti da Maria Grazia Fornasier (fondatrice di Mouillettes&Co.) con la mia collaborazione, nascevano da una riflessione di Maria Grazia: in rete e sulle riviste si trovano molte informazioni relative al profumo, ma tra falsi miti ed errori ricorrenti, tra traduzioni approssimative, ed espressioni gergali si rischia di riportare errori grossolani, che chi legge spesso non sa riconoscere e prende per buoni.
Condividere informazioni corrette e spazzare via preconcetti antiquati, permette da un lato di facilitare la conversazione sui temi del profumo (allargando l’interesse e l’attenzione intorno alle fragranze), e dall’altro di creare una consapevolezza condivisa che renda possibile apprezzare le fragranze come “oggetti” anche culturali. Con quest'idea in testa abbiamo invitato le persone, tramite il sito di Esxence, il sito di Mouillettes&Co. e questo Blog a fare delle domande, portare dubbi e curiosità, per vedersele spiegate in maniera chiara ed articolata.

"Is it true that...?" Short report after Esxence (1/2)

Esxence’s program of events featured one entitled “Is it true that ...? Myths and realities of the world of perfume". The idea of this series of meetings, organized and led by Maria Grazia Fornasier (founder of Mouillettes &Co., Italian partner of Cinquiéme Sens) with my cooperation, was born from the feeling that the Web and other media allow us to share a lot of perfume-related info, but somehow myths and mistakes seem recurring also due to rough translation, slang, poor use of the dictionary, and this is likely to bring blunders which the reader often takes for good.  Sharing correct information and sweeping away outdated assumptions allows on one hand to facilitate the conversation on perfume issues (thus broadening the focus and attention around fragrances), and secondly to create a shared awareness that makes possible to appreciate fragrances as cultural objects.  So we invited people via Esxence and Mouillettes &Co. websites and this Blog, to ask questions, share curiosities and doubts, to have them explained in a clear and articulate way.

6 maggio 2011

Il nuovo Robert Piguet per Douglas Hannant

Interno, ufficio, giorno.  Computer accesi, telefoni che trillano a distesa. Dialogo tra due persone:
“Uff…mi sta venendo mal di testa. Potrebbe essere colpa del profumo della nuova collega?”
“Scusi che profumo usa?”
“Fracas. E’ il mio preferito, lo indosso sempre”
“Magari, in ufficio potrebbe gentilmente evitarlo? Ho paura che sia troppo intenso per me”...
Io indosso Fracas con pura gioia e non mi è mai capitato che qualcuno in ufficio mi chiedesse di non indossarlo. Però riconosco che potente, è potente :-D. Anzi, esuberante come un abito nero da sirena con Rita Hayworth strizzata dentro.

Robert Piguet for Douglas Hannant

Interior, office, day. Computer on, phones calls. Dialogue between two colleagues:
"Ugh ... I'm getting a headache. Could it be the new colleague’s perfume?”
"Excuse me what perfume are you wearing?"
"Fracas. It 's my favorite, I always wear it"
"Well, would you please avoid it in office? It 's a little heavy".

For me, wearing Fracas is pure joy, and none in my office has ever dreamt of asking me not to wear it. But well, I recognize that yes, it’s very intense. Exuberant as a black gown with Rita Hayworth squeezed inside.

3 maggio 2011

13sima "Journèe du Parfum" a Grasse e Concours de Nez

Una volta all'anno nella città di Grasse si celebra la Giornata del Profumo, e sebbene quest'anno la data sia stata spostata di parecchie settimane, sono riuscita comunque a partecipare. Quest'anno l'evento era dedicato alla profumeria funzionale, ovvero ai profumi dei detergenti per la casa e per la persona. Negli stand le aziende essenziere di Grasse (Robertet, Charabot, Mane, Payan Bertran, Astier Demarest ecc) presentavano alcune delle loro produzioni sia naturali che sintetiche, che si trovano nei prodotti di uso quotidiano: l'Ambrox, il Verdox e la Galaxolide nei detersivi e negli ammorbidenti, il levo carvone nei dentifrici, citronnellile e diidromircenolo nei detersivi per i piatti, floralozone, aldeide C18 e C14 e gamma nonalactone per certi docciaschiuma, benzoino, neroli, sandalo, osmanto, eliotropina, per i profumatori d'ambiente, acetato di terpenile e geraniolo per le tavolette da WC... insomma una carrellata quasi infinita e molto interessante su tutto cioè che usiamo quotidianamente in cucina, in bagno, ecc.

13th "Journèe du Parfum" in Grasse

Once a year the city of Grasse celebrates the ”Perfume Day”, and although this year the date was moved several weeks, I could still participate, as usual.
This year's event was dedicated to functional perfumery, that is perfumes for home and personal care detergents. Essence Companies located in Grasse (Robertet, Charabot, Mane, Payan Bertran, Astier Demarest etc.) showed some of their products, both natural and synthetic, that may be found in everyday products: ambrox, verdox and galaxolide for clothes detergents and softeners, levo-carvone in toothpaste, citronnellyle and dihydromyrcenol in dish detergent, floralozone, aldehyde C18 and C14 and gamma nonalactone for shower gels, benjoin, neroli, sandalwood, osmanthus, eliotropine for air fresheners, terpenyle acetate and geraniol for WC tablets... in short, a seemingly endless and very interesting overview on everything that we use everyday in our kitchen, bathroom, etc…