20 dicembre 2012

Babbo Natale 3: last minute

Ok, facciamo finta che oggi sia il 19 dicembre e ancora non abbiate pensato ad un regalo natalizio per una persona speciale. Qualcuno che ama il profumo, ma di cui non conoscete i gusti e a cui, quindi, non vi arrischiate a regalare un flacone.
Cos'altro potreste regalare?
Se ama il profumo, amerà ricevere una bustina con un buono acquisto da spendere in una profumeria di nicchia. Telefonate e mettetevi d'accordo: molte saranno felici di accontentarvi e farete felice il destinatario del dono, in quanto potrà scegliere da solo/a quello che veramente desidera.

Oppure, potreste regalare un libro che tratti l'argomento, e la scelta può spaziare tra diversi prezzi e gradi di coinvolgimento del destinatario:
dal grande classico "Il Profumo" di Suskind, al nuovissimo "Viaggio sentimentale tra i profumi del mondo" scritto da Jean Claude Ellena fino, per i più intellettuali, alla "Storia sociale degli odori" di Alain Corbin, passando anche per qualche libro un pò più tecnico, come "Fragrances of the World" di Michael Edwards, giunto alla sua 29 edizione (per chi parla inglese), o "Il profumo nel mondo antico" di Squillace, con prefazione di Lorenzo Villoresi (non ho citato il libro  "Il Linguaggio segreto del Profumo" perché conosco bene l'autrice e so che ha un po' di timidezza nel farsi pubblicita' :-))



Chi desidera sostenere il lavoro dell'unica conservatoria dei profumi esistente al mondo può regalare (o regalarsi!) l'iscrizione alla SAO (Societè des Amis de l'Osmothèque),  che con 50 euro l'anno permette di dare un significativo contributo alla salvaguardia del patrimonio storico della profumeria mondiale. Un regalo di cui andare orgogliosi.



Chi si sta avvicinando alla profumeria, o chi già ha capito che ama questa materia e desidera approfondirla, ma senza impegnarsi troppo, potrebbe gradire queste due proposte da Mouillettes&Co.
- La Giornata da naso, un modulo di 6 ore che parte dall’approccio al mondo degli odori e, attraverso la scoperta dei principi della composizione si conclude con la creazione di un profumo
- l'Olfactorium, una scatola contenente 48 campioni di materie prime, accordi o prodotti del mercato, che permettono di i"imparare" le note profumate più usate dai compositori.

Che ne dite c'e' molto tra cui scegliere, no?







Nessun commento: