20 dicembre 2012

21 dicembre: il giorno in cui il Paradiso discese sulla Terra

Domani è il 21 dicembre e basta fare un giretto in rete o in tv per leggere e ascoltare catastrofiche previsioni su quello che accadrà. Probabilmente, tutto questo pessimismo è solo frutto della nostra cattiva coscienza: sappiamo tutti che la razza umana non si sta comportando un granchè bene. Spendiamo energie e risorse in interminabili guerre senza senso, dettate dal desiderio di possesso (vendere più armi, avere più petrolio). Continuiamo a perpetrare omicidi e violenze inenarrabili ai danni dei più fragili (donne e bambini in primis ma anche popolazioni del sud del mondo, che ancora reclamano il diritto alla semplice sopravvivenza). Ci comportiamo in maniera vergognosa verso i nostri compagni più vicini, ovvero gli animali.

Dec 21st: the day when Heaven was called back to Earth


Tomorrow is Dec. 21, and a short ride on magazines, Radios and TVs and the web will allow you to listen to a myriad of catastrophic predictions about what will happen. Probably, all this pessimism is just a projection of our bad conscience: we all know that human race is badly misbehaving. We spend energy and resources in endless, stupid wars, only dictated by the desire to possess more.
We continue to murder and perpetrate any possible violence against the most vulnerable (women and children in the first place but also the people living in the South of the world, who are still claiming the right to simply survive).

Last minute Santa


Ok, let's pretend today is December 19th and still you haven't found a gift for that special someone who loves scent, but whose tastes you're not sure of, and therefore it's risky to give a bottle to. What else could you give scent-wise?
Being a perfume lover he/she will appreciate a gift voucher to spend in a niche perfumery, so they're free to choose what they really want to wear.
Or, you could give a scent-related book, and the choice may range according to prices and degrees of involvement in this topic:

Babbo Natale 3: last minute

Ok, facciamo finta che oggi sia il 19 dicembre e ancora non abbiate pensato ad un regalo natalizio per una persona speciale. Qualcuno che ama il profumo, ma di cui non conoscete i gusti e a cui, quindi, non vi arrischiate a regalare un flacone.
Cos'altro potreste regalare?
Se ama il profumo, amerà ricevere una bustina con un buono acquisto da spendere in una profumeria di nicchia. Telefonate e mettetevi d'accordo: molte saranno felici di accontentarvi e farete felice il destinatario del dono, in quanto potrà scegliere da solo/a quello che veramente desidera.

Oppure, potreste regalare un libro che tratti l'argomento, e la scelta può spaziare tra diversi prezzi e gradi di coinvolgimento del destinatario:

19 dicembre 2012

Babbo Natale n.2/Santa #2: Les Parfumables


Les Parfumables è il nome di un brand (sito qui) che ha studiato come diffondere il profumo attraverso la ceramica. Spiego meglio: la ceramica è un materiale poroso che, opportunamente imbibito di olii essenziali, rilascia i sentori profumati per un lungo tempo. Da quest'idea sono nati, ad esempio, dei bijoux in ceramica double face: un lato è decorato mentre l'altro, grezzo, serve per spruzzarvi sopra il profumo preferito. Un regalino profumato, non impegnativo (10 euro circa + spese di spedizione dalla Francia) e soprattutto divertente.
---
Les Parfumables is a brand (website here) specialising in ceramic scent diffusers. Ceramic is a porous material, which, when soaked in essential oils, releases fragrant scents for a long time. From this idea a line of ceramic two-sided bijoux has been designed: one side features a decoration while the other, rough, is sprayed with the preferred perfume. A scented gift, not particularly expensive (approximately 10 Euros + shipping from France) and above all, fun. 

Babbo Natale 1: Il Profumificio!


Il 22 novembre a Genova ha aperto il "Profumificio" del Castello, un concept store dedicato a tutto quello che ci coccola e rende più piacevoli le nostre giornate
Quindi oggetti di arredamento "shabby style", bijoux divertenti e un pò particolari, e soprattutto creme e sieri, saponi artigianali e... profumi per tutti i gusti (ovvio!) sia per l'ambiente che per la persona.

11 dicembre 2012

Articolo sull'olfatto

Ringrazio Sara e Roberto che mi hanno inviato un interessante articolo del Corriere della Sera, in cui si parla di una collaborazione tra l'Istituto Poincarè di Garches (Francia) e IFF per la  riabilitazione di varie malattie, attraverso l'utilizzo di stimoli olfattivi. 
Cliccate sulle foto per ingrandirle e  leggere i testi!

Segnalazioni

Due segnalazioni:
Oggi alle 18 presso il Cambi Caffè di Genova si svolgerà la terza Degustazione Olfattiva con Aperitivo del ciclo 2012: l'incontro avrà come protagonisti i profumi degli anni '60 e '70. Faremo la loro conoscenza ed esploreremo le materie prime che li compongono e il gusto estetico che li caratterizza. 
-----
Inoltre, segnalo che domani, mercoledì 12 alle ore 11, presso la Scuola di Gastronomia e Panificazione Iscot Liguria (piazza Romagnosi), si svolgerà la finalissima del Premio “La settima salsa”. I finalisti eseguiranno e proporranno in degustazione una ricetta originale di salsa al mortaio, che verrà accompagnata dalle focacce degli allievi panificatori Iscot Liguria.
L'ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento capienza. A tutto il pubblico presente sarà donato il racconto di Umberto Curti (ideatore del blog Ligucibariointitolato “Tutto quello che avreste voluto sapere sul pesto di basilico e non avete mai osato chiedere”.

9 dicembre 2012

Un brindisi per Mona di Orio: il suo Oud

Ebbene, ci siamo, oggi è il 9 dicembre, e ho deciso di non viverlo come una data triste ma come un momento felice. Oggi respirerò anche un po' per lei, riderò anche un po' per lei, mi siederò su una panchina al sole un po' anche per lei. E stasera, brinderò a lei con un bicchiere di rosso. E' vero, un anno fa Mona è andata via, ma è altrettanto vero che finchè è stata qui, non ha sprecato il suo tempo e ci ha lasciato molto, di cui esserle grati. Oggi mio marito e io abbiamo scelto il suo Oud per accompagnarci nella giornata, e per spazzare via ogni eventuale tristezza.

A toast for Mona di Orio: Oud


Well, here we are: today is December 9th, and I decided not to live this as a sad day, but as a happy moment. Today I'm breathing also for her, I'm laughing also for her, I'm sitting on a sunny bench in the park also for her. And tonight, I'm raising a glass of red wine to her.  It 's true, a year ago Mona passed away, but it's also true that as long as she was here, she chose not to waste her time, and left us much to be grateful for. Today my husband and I chose her Oud to sweep away any sadness.

6 dicembre 2012

Ricordi di Mona

Adjiumi e io non siamo gli unici a ricordare Mona in questi giorni: ProfumImport, che distribuisce in Italia i suoi profumi, ha aperto un proprio blog, e l'ha fatto proprio con un ricordo di Mona. Lo potete leggere qui 

Se invece volete ascoltare Mona ricordare i suoi anni da apprendista presso il grande Edmond Roudnitska e di come lui le abbia insegnato a comporre (in francese con sottotitoli in inglese) potete cliccare qui

--------------
Today ProfumImport, importing Mona's perfumes in Italy, has opened a new blog, with a post focused on her. You can read it here

Instead, here Mona speaks of her years as Edmond Roudnitska's apprentice, and how he taught her composition.
Enjoy!


4 dicembre 2012

Musc - Mona di Orio

Oggi indosso Musc, della linea Les Nombres d'Or di Mona di Orio. Mi sono resa conto di non aver mai dedicato un post a questa fragranza, eppure è ben costruita, originale, emozionante. Probabilmente, in altri momenti della mia vita ho preferito le sue fragranze più intense e vibranti, come Amitys o Nuit Noire, e ho lasciato indietro quelle giocate più sulla delicatezza. Il suo Musc è una fragranza angelica, suggerisce una purezza e un candore celestiali, una dolcezza malinconica che l'avvicina all'Eau d'Hiver (Ellena per Frederic Malle) e Apres L'Ondèe (Guerlain). 

Mona di Orio's: Musc


Today I'm wearing Musc, from Mona di Orio's line Les Nombres d'Or. I realized that I hadn't dedicated a proper post to this fragrance, but in fact it's well built, original, moving in a very special way. Probably, at other times in my life I preferred Mona's more intense and vibrant side, as in Amytis or Nuit Noire, and I left behind the gentler ones. Her Musc is a fragrance of angelic purity, suggesting a heavenly whiteness, a melancholic sweetness reminiscent of l'Eau d'Hiver (J.C. Ellena for Frederic Malle) and Apres l'Ondèe (Guerlain).

2 dicembre 2012

Etoile de Hollande, Mona Di Orio

Questa settimana, dal 2 al 9 dicembre sarà dedicata a Mona di Orio e alle sue composizioni, che indosso con gioia non solo perchè sono bellissime, ma anche perchè mi ricordano lei, con la sua vivacità e una sensibilità che le permetteva di vedere anche cose che agli altri sfuggivano (e probabilmente, se devo pensare ad una definizione di "artista", in effetti penso a qualcuno che vede cose invisibili agli altri).
Ieri e oggi ho indossato Etoile de Hollande, una fragranza dominata da un nota di rosa turca, che mi ha ricordato il rossetto rosso e i guantini  -dello stesso colore- che Mona indossava l'ultima volta che ci siamo parlate. 


Mona di Orio's Etoile de Hollande



This week, December 2 to 9 will be dedicated to Mona di Orio and her compositions, which I often wear not only because they're beautiful, but also because they remind me of her, a lovely young woman bursting with energy, and a special sensitivity allowing her to see things the others can't see (if I must define an "artist", in fact I'd say "someone who sense things invisible to others").
Yesterday and today I've been wearing Etoile de Hollande, a fragrance dominated by a note of Turkish rose, which reminded me of the red lipstick and gloves Mona was wearing the last time we spoke.