12 luglio 2014

Rose de Taif (Perris Monte Carlo, 2013)

Per la sua fragranza alla rosa, Gian Luca Perris ha visitato i produttori di Taif (una ventina circa), ha chiesto campioni dell'olio, li ha fatti analizzare in laboratorio e poi si è accordato per poter acquistare partite di olio essenziale (ho raccontato i suoi viaggi a Taif nei post precedenti: la storia inizia qui). 
Lo step seguente è stato la richiesta di certificazione dell'olio: in Europa, qualsiasi materia prima utilizzata in profumeria necessita di superare alcuni test di allergenicità per ottenere la certificazione.

Finalmente, parecchi mesi dopo l'inizio di questa avventura, Gian Luca ha potuto dedicarsi a far comporre un profumo da inserire nella sua linea "Perris Monte Carlo".  

La caratteristica principale di questa linea è che ogni fragranza è costruita intorno ad una materia prima ben riconoscibile e portata in trionfo dalle altre note accessorie. 
Per la sua "Rose de Taif" Gian Luca desiderava una composizione semplice e sofisticata, capace di valorizzare le qualità uniche di questo fiore particolare, la cui bellezza splende anche senza bisogno di troppi ornamenti. 
Ed in effetti la delicata presenza della rosa Taif viene introdotta e sostenuta da un geranio  con sfumature intensamente verdi, mentre la sua durata, che non supererebbe le due ore, è allungata da un'assoluta di rosa damascena che le offre anche un corpo e una presenza che da sola non avrebbe (la rosa Taif è molto aerea e luminosa). 
Per esaltarne i tratti agrumati e freschi è stato inserito un limone verde e amaro, mentre una coda di muschio cuce il tutto e lo illumina delicatamente. 
Il risultato è una fragranza gentile, raffinata dal feeling molto naturale che porta alla mente petali umidi, ghiaccioli all'amarena che si sciolgono tra le risate, notti estive trascorse tra le lucciole a sussurrare d'amore. Una rosa che fa impazzire chi ama le fragranze alla rosa, e che conquista anche chi invece non le ama particolarmente (io, ad esempio), proprio per la spinta fresca e naturale.
Congratulazioni a  Gian Luca Perris per questa bella fragranza. E grazie di cuore per aver condiviso la sua avventura con noi (e per avermi inviato un po' di foto da inserire in questi post).



4 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie Marika! Ho letto tutti i post di questo viaggio olfattivo. Sono rimata affascinata da questa rosa taif che non conosco. Dalla descrizione dovrebbe corrispondere alla rosa che cerco. Baci Sabricat

Lidia ha detto...

Salve ,il mio primo acquisto è ambre gris , io porto da anni mitsouko e nn riesco a liberamene... Per l estate ho pensato di comprare quello del 2013 alla rosa , anche se sarebbe la prima volta che mi avvicino a questa fragranza . Sono una signora di 58 anni , mora ,riccia, capelli medio lunghi , una personalità solare , tu che ne pensi ?

Lidia ha detto...

Scusate sono sempre io , mi sono dimenticata di chiedere se esistono confezioni piccole, nn solo per evitare di sbagliare la fragranza e qualche soldo in più ma anche perché chi viaggia spesso come me nn può portarlo in valigia ? Grazie

Marika Vecchiattini ha detto...

Ciao Lidia, purtroppo non credo che di questa linea esistano i 50ml…. però puoi mettere un po' di profumo in uno di quei piccoli flaconi da borsetta, così da non imbarcare la bottiglia intera, con tutti i rischi che si rompa e combini disastri in valigia…