16 novembre 2015

Nuovi da Ineke: Jack+Jackie e Idyllwild

Con questi due nuovi profumi la collezione di Ineke (il suo sito è qui) raggiunge la lettera I. 
Infatti i nomi dei suoi profumi iniziano con una lettera dopo l'altra dell'alfabeto: la A di “After my own heart” (un fiorito fresco e rosato, etereo e piuttosto romantico), la B di “Balmy days and Sundays” (uno dei miei preferiti, un fiorito verde delicato ed esile, molto primaverile), la C di “Chemical bonding”(un muschio bianco pulito e luminoso introdotto da un bel bouquet agrumato)... e così via fino alla H di "Hothouse Flower", una gardenia tra le più belle e convincenti in circolazione. 
Questo fino a un paio di mesi fa, perchè al Pitti Ineke ha presentatola J e la I: “Jack+Jackie” e “Idyllwild”.

Idyllwild è una fragranza che porta il nome di un luogo in California caratterizzato da foreste selvagge e una natura prorompente, ed è un luogo molto amato dai californiani. Ve ne parlo per primo perché mi ha davvero stesa al tappeto. Il profumo è un aromatico (rabarbaro, salvia, aghi di pino) con accenti legnosi (cipresso e nagarmotha). Secco, aromatico, agreste, con sfaccettature verdi e legnose, mi ha conquistata per raffinatezza ed equilibrio millimetrico. L'avvio è luminoso come la mattina dopo una notte di temporali, il cuore è luminoso e secco, lievemente affumicato, molto "selvaggio", ed anche il lungo drydown mantiene una personalità vigorosa e interessante, che mi ha fatta sospirare di piacere quasi più della fragranza durante il suo sviluppo. Uno dei più bei profumi annusati in tutto l'anno, e finalmente un maschile di gran temperamento.

Jack+Jackie è un profumo equilibratissimo e particolarmente intelligente: si tratta di una vaniglia… travestita da Daiquiri! Si ispira infatti alla coppia Jack e Jackie Kennedy che, negli anni trascorsi alla Casa Bianca erano soliti dare spettacolari party a base di questo cocktail, che tanto amavano. La base del Daiquiri è lime+rum bianco, ed è proprio questo l'accordo che Ineke ha scelto per "nascondere" la protagonista vera del profumo: una vaniglia secca e rarefatta perfettamente indossabile anche dalla pelle maschile. L'apertura cattura con una testa agrumata, secca (il lime) e freschissima, che dopo pochi minuti lascia emergere una nota di vaniglia elegante e per niente zuccherosa -si tratta di vaniglia e non di vanillina!- avviluppata a note legnose e muschiate che quasi la trasfigurano. Una vaniglia divertente, sorprendente, curatissima ed elegante, perfetta sulla pelle maschile, e idealmente dedicata a tutti coloro che non amano particolarmente questa nota (la potrei indossare persino io!).


Ineke ha impiegato più di due anni per comporre queste due piccole gemme, e confrontandole con la sua produzione precedente si avvertono come più incisive, con più carattere e originalità. A me la nuova direzione che Ineke ha scelto piace proprio un sacco!

Nessun commento: