11 marzo 2016

Quality of Flesh (Michele Marin per HomoElegans, 2015)


La seconda fragranza del marchio HomoElegans (sito qui), “Quality of Flesh” si ispira al pittore Francis Bacon, che disse “Mi piacciono gli uomini. Mi piace il loro cervello, mi piace la qualità della loro carne”.
Il sito HomoElegans dice:”Ubriaco di gin nei pub di Soho. Un impasto di fumo e risate grottesche.
Scava e trasuda la sua arte, voracemente come inghiotte la vita. Le strade londinesi umide e buie, ricche di sensazioni, attrazioni e tentazioni.
Le feroci eccitazioni del corpo maschile. Muscoli, pelo e carne.
Un breve oblio che allenta la costante trazione dello spirito.
Un amore tenero e violento nato dalle fragilità di uomini esclusi”.

Anche qui sono rimasta sorpresa di come Michele abbia saputo tradurre tutto ciò in un profumo.
C'è il fumo, l'alcol, la poesia dell'incontro unita all'animalità feroce, il sudore, la disperazione appena mitigata dall'attrazione fisica … La fragranza non è per nulla dolce, addomesticata o “sobria”, ma al contrario, selvaggia e ombrosa. Eppure il risultato non solo non è “troppo”; ma è perfettamente indossabile, caldo, sensuale, insolitamente rauco, avvolgente.
L'avvio è speziato e polveroso di ginepro, pepe rosa e pepe nero, poi narciso, patchouli, storace, cuoio, benzoino, il tutto avvolto nelle note animali di costus, castoreo e zibetto.
Splendido anche su una donna.

Sia Tadzio che Quality of Flesh sono in alta concentrazione, e si sentono in maniera intensa per almeno tre ore, poi diventano degli skin scents insoliti che durano altre 3 ore circa. 
Sugli abiti molto di più.

Nessun commento: