19 luglio 2016

Cena Olfattiva di Villa alle Grazie: le foto

Eccomi qui con le foto della cena olfattiva di giovedì scorso a Spilamberto! 
Sono rimasta sorpresa di come i piatti siano riusciti a coniugare molto bene le note tra loro: gli aromi che sprigionavano al palato, in effetti erano vicini ai profumi proposti. 
Ecco l'ambientazione del ristorante Villa alle Grazie, all'aperto.
(qui il loro sito, qui Facebook, dove trovate altre foto della serata)



















Antipasto: Versense (Versace)
Carpaccio di orata fresca in infusione di agrumi con fico all'arancia candita e granita di limone e cardamomo
 


Primo piatto: Eau de Guerlain
Strascinati alla vellutata di patate al rosmarino con julienne di seppia al lime e fior di lavanda (da mangiare! lo dico perchè facevano al differenza)



















Secondo piatto: Opium (YSL) 
Nocetta di rana pescatrice con salsa al Pinot nero, mela alla cannella e pepe nero
        

Dessert: Bronze Goddess (E. Lauder)
Tortino al cioccolato e semifreddo al cocco con crema inglese alla vaniglia
 

I piatti sono stati accompagnati da vini capaci di amplificare i gusti all'infinito (ora chiedo a Daniela, la sommelier nonché padrona di casa, se ha voglia di dirmi quali vini abbiamo gustato).
Grazie alla grande creatività dello Chef Giacomo è stata una cena sensazionale, con gli ospiti entusiasti per un'esperienza che ha coccolato i sensi e acceso il cervello. Infatti hanno potuto concentrarsi su ogni profumo, piatto e vino presentati, assaporando, ragionando e confrontandosi non solo tra commensali ma anche tra tavoli diversi. Non è stata una cena, ma una vera esperienza.
Grazie a Daniela e Giacomo per l'entusiasmo e l'energia, e a tutti i partecipanti per aver avuto voglia di divertirsi con noi!
Non vedo l'ora di replicare a settembre.

ps
Mi dispiace un po' per la dominante gialla delle foto, dovuta al tipo di luce...

6 commenti:

Rob 76 ha detto...

Ho provato a distogliere il pensiero ma le sensazioni si sono impresse in modo talmente persistente che ho dovuto cedere : dopo lunghe e faticose ricerche sono riuscita a trovare Eau de Guerlain!
Il connubio tra le note agrumate-fiorite del profumo e la delicatezza della lavanda nel piatto,esaltate dal vino con gli stessi richiami olfattivi si sono impresse in maniera indelebile, sono giorni che non riesco a spruzzarmi altro :diabolico chef ;-)!!!!!

ADJIUMI ha detto...

Aspettavo con impazienza le foto dei piatti! Complimenti cara amica, per il progetto e la buona riuscita.

Marika Vecchiattini ha detto...

Ciao Rob76, un po' è colpa dello chef diabolico, un po' è che L'Eau de Guerlain è una tale meraviglia che è difficile distaccarsene!

Marika Vecchiattini ha detto...

Grazie tesoro! Ti sarebbe piaciuto soprattutto l'antipasto, sai? Quel gelo di limone cardamomo era un piccolo gioiello. E anche il dolce: il semifreddo al cocco qualcosa di paradisiaco!

AlmaCattleya ha detto...

Un'esperienza estasiante deve essere stata che spero di poter provare anch'io un giorno

Marika Vecchiattini ha detto...

Dai cara allora trova uno chef nella tua città che abbia voglia di divertirsi e sperimentare e io arrivo di corsa! (non sto scherzando!)….