9 giugno 2007

Musc Ravageur (Editions de Parfums Frederic Malle)



Di M. Ravageur avevo letto in molti forum. Ovunque viene citato come una pietra miliare tra i muschi e... beh, cavolo, lo è! Mi sento come quella che ha scoperto l'acqua calda, ma mi è davvero piaciuto moltissimo. E mi ha fatto arrabbiare altrettanto. L'ho trovato originale, balsamico, corroborante, energizzante. Un muschiato/orientale che mi ha elettrizzata, mi ha dato una specie di scossa con un avvio di bergamotto, mandarino e cannella! Ma mi sa che ne farò a meno, perchè dopo una mezz'ora di brillante personalità infuocata e travolgente tira fuori una nota di vaniglia che su di me stona. Zittisce tutte le altre note, interrompendo una conversazione interessante ed originale tra spezie e resine, per iniziare a parlare ad alta voce di discorsi già sentiti e risentiti in mille fragranze. Spiego meglio: a me la vaniglia non piace un granchè, e tranne qualche rarissimo caso, tendo ad evitare i profumi dove si sente molto, ma non è solo questo. In questo profumo serve a stemperare ed ingentilire un insieme di spezie e resine che magari potrebbe risultare aggressivo per qualcuno. Ma il nome Musc Ravageur-Muschio Devastante dovrebbe riferirsi proprio a questo suo carattere particolare, eccessivo, che osa appiccare un incendio di cannella e ambra, senza annacquarlo con succhi di frutta o fiori. Non capisco che bisogno c'era, ad un certo punto, che Maurice Roucel (il suo creatore) "glassasse" questo meraviglioso incendio profumato, con una colata di vaniglia che ne spegne la vitalità e lo appiattisce. Mi piace moltissimo, ma non ce la faccio proprio, a cospargermi di vaniglia, quando tutto ciò che volevo era un profumo di Muschio Devastante. Se come me avete l’animo del piromane, dopo mezz’ora è necessario rispruzzare per rivitalizzare l’incendio.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

condivido, in parte, il tuo commento su Musc Ravageur.
mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi del Musc di Acampora.

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Anonimo,
quasi tutti i post di giugno '07 sono sui muschi, e a dicembre '08 ce n'è un altro: il maeraviglioso Musc Kublai Khan di Lutens.
Trovi il mio commento sul Musc di Acampora qui:
http://bergamottoebenzoino.blogspot.com/2007/06/musc-bruno-acampora.html
Io lo trovo eccezionale!
E tu? Fammi sapere che ne pensi!

prisca ha detto...

trovo che nel musc di Acampora il patchouly tenda inizialmente a sovrastare troppo il tutto dando un po' di fastidio. dopo una mezz'ora si iniziano a sentire le note di cuore che sono eeccezionali.
invece mi ha un po' delusa il musc nomade di Annick Goutal.
(sono quella di ieri: mi sono data un nome)

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Prisca, bello il nick che hai scelto! Anche a me il usc Nomade di Goutal non ha entusiasmato. Peccato, dopo l'uscita dei primi tre Orientalistes avevo grandi aspettative sul Muschio (invece è così poco "muschio"...)!