13 settembre 2007

Jammin e 2000 Ans d'Amour (Reminiscence)


Reminiscence è una piccola azienda nicchia, creata negli anni '70 a Juan Les Pins, nella Francia del sud. Produce una linea di profumi e diverse linee di bijoux très très chic. Da noi i loro bijoux costano un botto, mentre i profumi (che secondo me sono di qualità superiore ai bijoux, e comunque di qualità superiore a molte altre linee più blasonate) costano cifre ancora abbordabili: una media di 60 euro per 100 ml. Conoscevo già il loro Patchouli, che merita una recensione a parte perchè davvero è tra i migliori che abbia mai annusato; l'Ambra, che è densissima, speziata, poudrèe, vagamente animale, può piacere o no ma non è un'ambra banale. Invece Rem, il loro proumo più famoso non mi è mai piaciuto un granchè ma resta comunque amato da moltissime persone ed ha l'indiscutibile pregio di essere stato un profumo originalissimo quando uscì, tanto da essere considerato, oggi, un  capostipite della famiglia ozonica/marina, caratterizzata da note salate e acquatiche.
L'altro giorno ho provato 2000 Ans d’Amour e Jammin: uno buono buono e l’altro così così. Cominciamo da quello così così: Jammin. Ho trovato piacevole l’avvio di cardamomo a cui si aggiungono subito gelsomino, patchouli, e poi legno di cedro, fava di tonka, muschio e vaniglia. Purtroppo però, dopo i primi minuti sopraggiunge anche un accordo fruttato (di mirtillo e uva) che stride con l’accordo speziato iniziale e i legni seguenti, creando uno squilibrio generale, una disarmonia che fa un pò crollare il profumo su se stesso. Per me, difficilissimo da indossare proprio a causa di questo squilibrio. Mi ha ricordato “Le Maroc pour Elle” di Andy Tauer, di cui condivide gran parte della piramide.
Discorso diverso, invece, per 2000 Ans d’Amour, un legnoso balsamico e vigoroso, ingentilito da un soave tocco floreale. L'ho trovato davvero notevole e ben fatto. Aprono arancio e bergamotto, ma è giusto un lampo perché il profumo diventa subito legnoso di cedro, patchouli, sandalo e vetiver. Una foresta ombrosa e antichissima, secca, calda, che racchiude come gioielli preziosi dei piccoli fiori che non so riconoscere con sicurezza (ma potrebbero essere rose). L’inizio quasi ruvido -il patchouli col legno di cedro e il vetiver- si scioglie in un lago di soave e luminosissima femminilità con un finale armonioso di sandalo e benzoino, balsamo di Tolu (le sensazioni legnose ocntinuano), fava tonka e vaniglia. In questa fragranza il i legni, il patchouli in particolare, dominano dall’inizio alla fine.
Il risultato è un profumo brillante e pulito, sobrio, caldo, elegante, mi parla di una donna dolce dal volto angelico, sofisticata, ma con un gran temperamento e le idee chiare. Indossa una fantastica camicia bianca sciancrata con il colletto tirato su e le maniche a trequarti. Una specie di principessina moderna, modernamente seduta alla sua scrivania.
Lo metterò di certo nella mia wishlist.

3 commenti:

ADJIUMI ha detto...

E qui non ci troviamo...forse per la prima volta!!! :-)

Io ho apprezzato e comprato Jammin, mentre per 2000 Ans d’Amour...delusione totale!

Mi spiego meglio, il primo non mi fa impazzire ma almeno ha un certo filo conduttore, il secondo..mah forse il nome è stonato, perchè io con quel nome avrei pensato ad altro, avrei messo del fiorito, della rosa, del confettoso.

2000 Ans d’Amour è festa, tenerezza per 2 anziamo che si amano da tanto...io sento solo del patchouli e poco altro!!

Devo risentirlo....

Diakranis ha detto...

pensa che il patchouli da donna non posso sentirlo......
invece mi è piaciuto il patchouli da uomo! anche molto... volevo regalarlo al mio uomo, e così poterlo usare ogni tanto anche io .. ihihihihihih

L'ambra è buona, ma non mi entusiasma.. nel senso che averla addosso non mi da emozioni o sensazioni particolari.. buona, ma se non la indosso, non fa differenza..

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Adjiumi noooo, non mi dire questo!
Capisco che 200 Ans d'amour sia un pò troppo sobrio per te ;-) , e capisco che Jammin invece con la sua intensità ti sia piaciuto di più... Comunque, l'immagine dei 2 anziani che si tengono per mano è davvero bella, mi ha emozionata. Forse è per questo che si chiama 200 Ans d'Amour! E comunque è vero che in questo profumo c'è della tenerezza. E tanto patchouli!
Diakranis, io il patchouli da uomo non l'ho ancora sentito ma visto quanto mi è piaciuto quello da donna, non vedo l'ora.