3 marzo 2009

Isfarkand (Ormonde Jayne, 2007)

PLEASE SCROLL DOWN FOR ENGLISH TEXT!

Come quarta classificata al "Fragrantica Blog Awards" ho ricevuto in regalo un sample pack delle fragranze di Ormonde Jayne e un paio di fialette di Zizan di Lorenzo Siena, un compositore americano indipendente. Di Zizan vi parlerò presto perchè lo sto testando e mi pare insolito ed interessante, mentre le fragranze di Ormonde Jayne le avevo già sentite un pò di tempo fa grazie ad AnnaMaria. Ma non mi sembrava di averle capite, così le ho passate ad un caro amico perchè potesse darmene una sua interpretazione, in attesa che il destino me le facesse incontrare di nuovo. Come al solito, quando arriva il momento giusto, le situazioni si ripresentano da sole, così quando ho ricevuto il pack ho capito che era arrivato il momento di mettermici seriamente. Orris Noir, Tolu, Frangipani e Isfarkand sono le fragranze che mi sono piaciute di più, nelle quali ho ritrovato alcuni degli aspetti che caratterizzano tutte le creazioni di questa linea, la cui direttrice artistica, Linda Pilkington, si affida alla luce per portare il suo messaggio di grazia, ottimismo, dinamismo. Le composizioni risultano luminose, come irradiate da una luce cristallina che nasce da dentro il flacone e si propaga su chi le indossa e sulle persone intorno. Non hanno cupezze, ombre o angoli bui, ma al contrario, sono calme e serene; a volte più timide, altre volte più presenti, ma in ogni caso equilibrate e ben costruite, con materie prime di cui si sente la vibrazione naturale. Per ora vi parlo di Isfarkand, ultimo arrivato della linea. Isfarkand si apre con un accordo di testa fruttato e leggermente zuccherino (mandarino, bergamotto), a cui iris e pepe rosa danno corpo e una presenza gentile, per finire su note di gran carattere, come vetiver, legno di cedro e muschio vegetale, in un armonico bilanciamento verde-legnoso-fruttato di gran gusto, ben presente sulla pelle e con una lunga coda. Sembra di annusare argento vivo, con questo profumo indosso non si può stare fermi, è necessario muoversi, ridere, star fuori per il gusto di farlo. Isfarkand mi è piaciuto perchè tra i profumi "da uomo" (lo metto tra virgolette perchè sapete che per me i profumi sono semplicemente profumi, l'identificazione sessuale glie la presta chi li indossa) mi sembra racconti qualcosa di diverso: niente dandy in vestaglie di seta, mandriani sudati o manager secchi e acuminati: ci sono anche altri modi di essere uomini, e Isfarkand racconta di un bel tipo brizzolato, maturo, con qualche ruga su uno sguardo vivace e curioso, e un gran sorriso. Forse un geologo, o un gentiluomo di campagna... comunque qualcuno di solido e presente, coi piedi ben piantati in terra, eppure capace di giocare all'aria aperta dimenticandosi di tutto il mondo, come fanno i bambini. Uno per cui perdere la testa, insomma. Indossandolo "da donna" mi ha raccontato una femminilità insolitamente brillante, intuitiva, vivace, una pulizia nei modi e nei pensieri che ho trovato molto affascinante e fuori da qualsiasi clichè.

Immagine: sì è Gregory Peck. Questo profumo mi ha fatto pensare a lui (http://www.gregory-peck.com/)



ENGLISH TEXT

As fourth classified in the "Fragrantica Blog Awards" I received a sample pack of Ormonde Jayne fragrances and a couple of vials of Zizan by Lorenzo di Siena, an independent American composer. I'll tell you of Zizan in another post because I'm testing it and I find it unusual and interesting. I already met Ormonde Jayne fragrances several months ago thanks to my friend Nynive, but I wasn't able to understand them, so I switched them to a dear friend hoping he would help me appreciate them. I thought that if I was to understand them, sooner or later I would've met them again somehow. As usual, when I'm ready, things are put in front of me in the simplest way, so when I got the pack I realized it was time to set at it. Orris Noir, Tolu, Frangipani, Ormonde Man and Isfarkand are the ones I liked more. They display all the key features of this line; Linda Pilkington, creative director of this line, relies on light to convey her message of grace, optimism and dynamism. Compositions feel bright, as if light radiated from inside the bottle, falling on the wearer and people around. They show no sign of darkness or shadowy corners; on the contrary they convey calmness and serenity, sometimes shy, sometimes well present and intense, but in any case balanced and well built, with materials whose natural vibration perpetuates through air. For now I tell you about Isfarkand, the latest addiciton to the line. Isfarkand opens with a fruity accord (mandarin, bergamot), to which pink pepper and iris contribute a gentle presence and body, and ends up with notes of great character, such as vetiver, cedarwood and moss, harmoniously balanced in a woody-green- fruity bouquet of great taste, which feels steady on the skin for long. It's like smelling quicksilver: when wearing this perfume you can't stand still, you need to move, laugh, stay out late for the joy of it. I liked Isfarkand because as a "man" fragrance (I put "man" it quotes because as you know, scents are just... scents, for me. The wearer lends them a sexual identification, fragrances have none in themselves) I think tells a new story angle: no dandy in silk underwear, nor sweaty herdsmen or dry and sharp managers: there are also other ways of being men, and Isfarkand portrays a handsome, mature one, with wrinkles around a lively and curious gaze and a big smile. Perhaps a geologist, or a countryside gentleman... some rock-steady kind of individual, down-to-earth, yet enjoying playing outdoors and forgetting the world, as children do. One to die for. Wearing it as a fragrance "pour femme" it told me of an unusually bright, intuitive femininity, with clean manners and light thoughts, which I found exteremly charming and out of any cliché.
Pic: yes, it's definitely Gregory Peck. Somehow this perfume reminded me of him (www.gregory-peck.com)

15 commenti:

ADJIUMI ha detto...

Il caro amico sono io?
Dimmi di si :-)
Comunque, grazie a te, io ho potuto sentire qualcosa, ne abbiamo parlato velocemente al telefono, io ero rimasto contento, li ho trovati interessanti, comunque da studiare.
Poi, sommerso da una valanga di samples, e dai mille impegni di lavoro/forum, li ho accantonati.
Direi che è arrivato il momento di riprenderli in mano.....e dirti la mia!!!!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Tesoro, ma chettelodicoaffà? Certo che sei tu! Ricordo che ti erano piaciuti: allora aspetto qualche commento ok?

gretel ha detto...

non conosco i profumi ma dalla descrizione splendidamente evocativa io opterei per james stewart in "la finestra sul cortile"!

i haven't test them yet but your detailed and evocative account suggest me James Stewart in "rear window"!

Davide ha detto...

Telepatia olfattiva? Proprio ieri stavo valutando tra me e me di acquistare il Sample programme... mosso dalla curiosità soprattutto da Ormonde man...

PS: evviva la versione bilingue!

PPS: sarei anche curioso di sapere che dirai su I Sigilli... Io ne ho provato uno grazie ad una cara proforumina. Che ne pensi?

ADJIUMI ha detto...

Certo amica, stasera ho Ormonde man su un polso e l' Osmanthus sull'altro! ;-)

Anonimo ha detto...

B&B sei tremenda!! possibile che di qualsiasi cosa tu ci parli (bene) ci metta addosso una voglia irresistibile di sentirla? ma ti rendi conto che ci crei sempre nuovi bisogni?? -prisca-

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Gretel, sì anche James Stewart ci starebbe benissimo, hai intuito perfettamente il tipo di profumo!

Davide i Sigilli li sto provando uno ogni sera, devo dire che finora ce n'è almeno uno che mi entusiasma, mi pare Tuscia, ma lo riproverò presto per poterne parlare bene. E tu che ne dici?

Prisca, e vedrai le prossime che ho preparato in questi giorni! Il fatto è che ci sono tante cose che non mi piacciono e di cui non mi sentirete mai parlare, ma quando invece trovo qualcosa che mi entusiasma lo devo assolutamente condividere!

Anonimo ha detto...

mi interesserebbe leggere il tuo commento su di una delle fragranze femminili di Ormonde Jayne: credo che ogni tanto mi serva qualcosa di chiaro, positivo, senza ombre e nello stesso tempo di carattere, ma fatico a trovarlo. -prisca-

Anonimo ha detto...

Cara Beb,
quando andai a Londra l'ultima volta, feci un salto da Ormonde Jayne per dare una sniffata veloce alle fragranze: da quello che ricordo nessuna impressione negativa in generale, ben equilibrate e piacenti, forse fin troppo, quasi da dare l'impressione di qualcosa di armonico ma senza slancio emotivo, senza tensione, insomma "sanza infamia e sanza lode". Magari devo solo ritestarle con piu calma ma all'epoca mi venne da commentare con "no risk, no glory".
Magnifiscent

Anonimo ha detto...

... come vorrei avere tutti i profumi da te recensiti in modo così profondo ed evocativo...

Alessandra di varese

Anonimo ha detto...

ciao oggi mi è arrivato un graditissimo pacchetto con la versione vintage di shalimar!
non so chi me lo ha mandato (nè il motivo) ma presumo che sia tu!
Se c'è stato un errore (forse volevi mandarlo a qualcun altro!) fammelo sapere che ti rinvio la fialetta!
comunque è stata una sorpresa molto apprezzata, grazie mille!

david

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Prosca, sì, delle fragranze femminili ne scriverò presto!

David che intuito, sì, il vial sarebbe stato per Davide. Pensavo di avere tenuto il suo indirizzo e invece ho tenuto il tuo. Scusami. Rimedio subito.
Ma tu puoi tenerlo, lo Shalimar vintage (io ne ho 4 bottiglie;-)), a Davide lo rimando. Goditelo e anzi, quando vuoi tornare e raccontarci come l'hai sentito...

Magnifiscent, forse ho capito cosa ti è mancato quando hai provato queste fragranze: lo choc. Hanno una tale misura, brillantezza che chi cerca un pò di brivido, un pò di tensione, qualche angolo buio, qui non li trova. Sono tutte armonia ed ottimismo. Sono belle proprio per questo ma in effetti per me non andrebbero bene tutti i giorni, qualche ombra me la vado a cercare volentieri anch'io.

Alessandra, in realtà nella maggior parte dei casi a me basta spruzzarle un pò di volte e imparare a conoscerle: l'acquisto scatta solo in rari casi. In genere mi basta sapere che quelle che mi piacciono esistono e ci sono luoghi dovo le posso spruzzare, e non sento necessariamente la necessità di acquistarle. A volte rimando, a volte mi basta semplicemente sapere che ci sono e la mia vita è già più bella anche solo per questo.

Davide ha detto...

B&B sei un tesoro!


L'indirizzo lo hai recuperato o te lo devo mandare con messaggio privato sul forum?

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Mandamelo anche qui: metti PRIVATO in cima al commento così io so che non è da pubblicare. Ciao!|

Anonimo ha detto...

Esatto cara BeB,
diciamo che, olfattivamente parlando, anche io preferisco fragranze piu caravaggesche :)
Magnifiscent