14 giugno 2007

Gemelli diversi-M7 YSL e Gucci Pour Homme

Oggi sto ri-testando M7 di YSL (polso destro) e Gucci pour Homme (sul sinistro). Due profumi maschili particolari, che secondo me vale la pena testare con un pò di calma. Per cominciare con le onorificenze, Gucci Pour Homme ha vinto il premio "Miglior fragranza maschile europea" nel 2003; M7 l’anno seguente. Questo ovviamente non significa che le fragranze siano davvero le migliori in assoluto, ma almeno si sono fatte notare. Entrambe inebriano di legni, balsami, ambra, muschio, incenso. Entrambe definiscono una personalità forte, selvaggia, senza compromessi. Entrambe raccontano un uomo-maschio carismatico e sensuale. Anche i flaconi hanno un che in comune: un cubo e un parallelepipedo. Di un marrone caldo. Ma le somiglianze finiscono qui: il viaggio olfattivo che mi hanno fatto fare è molto diverso.
Intanto ecco le piramidi (da osmoz):


Gucci
Testa: bacche rosa, pepe bianco, zenzero
Cuore : olibano bianco, radice di vétiver, papiro, iris.
Fondo: ambra, cuoio

M7:
Testa: bergamotto, mandarino, rosmarino
Cuore: legno di Oud, vetiver di Haiti
Fondo: ambra, musk

Gucci (che è uno dei miei profumi da Streghe) ha un avvio strano, quasi sbagliato: appena spruzzato si sentono il pepe, lo zenzero e il vetiver tutti insieme al massimo volume, per 5 minuti. Disorienta un pò, non si capisce un granchè. Poi però sembra smorzarsi e per un po’ ribolle sommesso una specie di indistinto brodetto. Ma passato questo tempo ecco che il brodo si ritira: l'incenso (l'olibano) si lega all'iris con un effetto di grande rigore e raffinatezza. A questo punto inizia a sentirsi anche l'accordo pelle-ambra, conferendo alla composizione ulteriore spessore ed eleganza. Rupert Everett in accappatoio di seta nera.

M7 invece ha un avvio fresco-pungente, dove il vetiver e l'ambra già si avvertono fin dall'inizio e con il supporto del legno di oud donano all'insieme un'animalità selvaggia, "pericolosa". Un bell'avvio, molto entusiasmante. Ma col passare delle ore l'ambra diventa un pò troppo cremosa e pesante e l'oud non riesce a mantenersi vivace fino alle note di fondo, così l’aroma si sbilancia e perde parte dell’animalità. Nel finale la composizione si rammollisce un pò. Rupert Everett in una vasca di panna.

Sulla pelle maschile non saprei scegliere, mi piacciono molto entrambi. Su di me preferisco Gucci. Non è che M7 non mi sia piaciuto, è solo che il nero mi sta meglio.

5 commenti:

Z! ha detto...

Fantastico!!! Dal 2003 son legato indissolubilmente a Gucci. Ho provato e vagato e annusato in giro, come animaletto affamato alla ricerca di un eventuale sostituto ogni volta che il prisma andava verso l'esaurimento... Ma nulla. Impossibile sostituirlo. E poi: perchè??? E' così perfetto. Su di me, quanto meno...

Ma mi incuriosici e andrò a provare M7 dal pusher dei profumi!!!

Grazie ancora...

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Z la definizione "pusher di profumi" è proprio calzante! Poi vieni a raccontarci come ti è sembrato, ok? Conosci la serie degli incensi di Comme des Garcons? Perchè se ti piace il Gucci, potresti seriamente innamorarti di almeno un paio ;-)

ND73 ha detto...

Ma adesso che non lo producono più come si fa?

ND73 ha detto...

Ma adesso che non lo producono più, come facciamo?

ND73 ha detto...

Ah approposito, ho provato il tuo consiglio.
Adios Pampamìa
davvero buono, comprato al volo.
Svanisce in fretta, devo farci il bagno :).