4 agosto 2007

Black Orchid (Tom Ford, 2006)


L’Orchidea nera è il frutto di incroci tra varietà diverse di orchidee. L’aroma necessario per questo profumo viene raccolto dai fiori di una piantagione creata appositamente per Tom Ford. Così dicono i comunicati stampa. Ma potrebbe essere “solo” una ricostruzione immaginaria del profumo di un’orchidea nera.
Comunque sia, non volevo che mi piacesse, questo profumo.

Innanzitutto, troppo costoso (15 ml di estratto costano come la rata di un mutuo), troppo pretenzioso (“Orchidea Nera” sembra il nome di un film di spie russe con Gloria Swanson), troppo esclusivo (“Tom Ford ritiene che non ci sia niente di più desiderabile di ciò che è irraggiungibile” racconta il suo sito) … troppo, insomma. Non sarei mai andata a cercarlo per provarlo.
Invece Halexy, una cara amica appassionata di fragranze, a sorpresa me l’ha messo in un pacchettino per farmelo provare. Strega! E adesso come faccio? Mi è piaciuto moltissimo!
Intenso, profondo, quasi narcotico, sensuale e ammaliante, misterioso… mi ha ricordato vagamente Baghari di R. Piguet, per la “grana” sontuosa e vellutata.

Ci sono bergamotto, ylang-ylang, ribes nero, tartufo nero, orchidea nera, cioccolato fondente (quest’uomo è ossessionato dal nero!), incenso, sandalo, patchouli, vetiver, vaniglia.

La piramide potrebbe suggerire qualcosa di simile ad Angel di Mugler, ma secondo me la somiglianza è molto vaga. A me Angel procura sempre dei mal di testa feroci, mentre questo qui mi ha immersa in una sensazione di voluttuoso benessere.

Il cioccolato, il patchouli, l’incenso e l’Ylang si sentono bene, si fondono tra loro in maniera meravigliosa. Mi è rimasta la curiosità di sentire il tartufo (che in genere ha un gusto fantastico, ma l'odore… beh… ) forse serve a bilanciare la dolcezza del ribes?
Non è una fragranza che si sviluppi molto, apertura, cuore e chiusura più o meno crescono e si smorzano insieme, per tutta la durata del profumo (ore!). L’ho indossato e subito sono entrata in un boudoir foderato di morbidissimo velluto rasato color porpora. Molti cuscini viola e prugna sul letto, parquet antico e scurissimo lucidato a cera, ricchi tendaggi damascati lunghi fino a terra, una vestaglia da camera con lo strascico.
A questo punto sono caduta nel dilemma: da un lato, andare a vivere sotto un ponte, ma tutta profumata di Orchidea Nera. Dall’altro, continuare a pagare il mutuo e a sognare questo profumo per sempre. L’ho fatto annusare a mio marito, pensando che mi avrebbe aiutata a scegliere, votando a favore del mutuo. Invece è caduto in uno stato di catalessi e sono venuti forti dubbi pure a lui. Per ora stiamo cercando qualcuno che ci ospiti in casa sua (i ponti sono scomodi), poi vedremo...


20 commenti:

Diakranis ha detto...

Io adoro tutto del tartufo, anche l'odore... mi fa impazzire.. però da qui a mettermelo addosso... però mi hai fatto incuriosire... però se è troppo costoso non me lo potrei mai permettere...
ps.. alla fine per poter iscrivermi ho dovuto usare un altra mail..continuava a dirmi che la mia mail ufficiale era già iscritta... ma io non so quando ne come ne che password ci volesse!!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ben arrivata cara, è un piacere aprire il blog e trovarti qui!
In realtà il tartufo è talmente ben amalgamato con tutto il resto, che senti solo un profumo meraviglioso con un che di pungentino. Non l'avrei mai individuato come tartufo. Però ci sta bene. ;-)

Diakranis ha detto...

cosa ne sai di un certo profumo vintage:

Coty - Imprevu..

ho scoperto che ne abbiamo una boccetta in casa, ho cercato info in giro e non ho trovate..

l'ho messo e sembra buono.. ma volevo sapere se aveva qualche "preziosità" reale!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

E' un profumo uscito a metà degli anni 60, e ha venduto moltissimo: un vero best seller!
La boccetta è molto carina, il profumo in sè non lo conosco e quindi per sapere se è considerato "prezioso" ho fatto un giro su Ebay per vedere come viene venduto.
... hmh... non mi pare che si possa considerare una rarità. Forse ne sono stati prodotti troppi, e sono ancora in giro.

Raccontami com'è questo profumo, dai!

Diakranis ha detto...

un amica del forum di adjiumi mi ha detto che è rosa bulgara, legno di sandalo, muschio, un ambrato floreale.. ha trovato la notizia in internet..

mi ha dato il link di un sito che vende mignon ed il migno di quel profumo lo vendono a 66 euro... boh....

:-)

ma cmq non credo lo venderei, credo che il liquido sia un po invecchiato perchè nelle immagini che ho visto è chiaro, mentre invece quello che ho io è rossiccio... eppure è sempre stato al buio e al fresco anche quando ce l'aveva in casa mia nonna!!

halexy ha detto...

Carissima!Che descrizione sono perfettamente d'accordo con te!
Anch'io avrei voluto detestarlo Black Orcik...ma invece è un vero "fuori classe".
Ti dico la verità mi aveva lasciato perplessa la nota del tartufo che invece dà più personalità alla fragranza: si fonde perfettamente con la dolcezza dello ylang ylang!
E hai ragione non c'è una grande evoluzione del profumo che si intensifica con la frutta e la stupenda orchidea nera...(quando un'ibrido è stato più favoloso!)...inoltre il cioccolato non è affatto banalizzato anzi ...Un'essenza profondamente originale con qualche tocco retrò che non guasta mai secondo me!E.. spot perfettamente indovinato..condividi?
E approvo anche l'accenno al costo del mutuo!
E se lo acquistassimo in "cooperativa"!???

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Halexy! Hai ragione sai?
La cooperativa, mi sembra un'ottima idea!
Se non mi arriva niente per il compleanno, facciamolo!

Anonimo ha detto...

Ciao,due cose: davvero molti complimenti per il tuo raro se non unico blog che d'ora in poi frequenterò spesso (la tua competente narrazione è gradevolissima nonchè stupefacente); e poi vorrei esprimere la mia assoluta preferenza per questo profumo di Ford,del quale non riesco a fare a meno.ciao.Liza.

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Liza, benvenuta tra noi!
Black Orchid l'ho indossatao stamane prima di uscire, dopo mesi di astinenza. Pensavo che fosse troppo caldo per lui, così intenso, e invece è andata benissimo!
Poi sono arrivata in ufficio, ho aperto il pc, sono venuta a controllare i nuovi commenti e ...zac! ecco che tu mi parli proprio di lui. Bello!
Cos'altro indossi in questo periodo?

pennyrose ha detto...

Sono mesi che cerco un profumo speciale da indossare il giorno del mio matrimonio e proprio ieri (...persa la speranza di trovare un profumo che parlasse al mio cuore...) entrando in una delle più piccole, intime e antiche profumerie della mia città...i miei occhi si posano curiosi su una boccetta nera, misteriosa ed elegante mai vista altrove...parole dorate indicano un nome altrettanto misterioso "Black Orchid"... l'anziana profumiera, nonchè vecchia amica di famiglia, capta il mio interesse per il profumo speciale...e ne spruzza la fragranza nell'aria...è subito amore...e come dono di nozze mi regala la boccetta nera che ha parlato al mio cuore!!! ...
Beh, non avrei potuto chiedere di meglio, credo che sia il dono più bello, tutto da vivere !!
...volevo condividere con voi la gioia del mio profumo!!!
Ah, sono felice di aver trovato il tuo blog...è bellissimo!!! Complimentissimi!!!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Pennyrose, ben arrivata in questo salotto profumato. La tua amica profumiera ha avuto un pensiero bellissimo, vedrai come B.O. ti si imprimerà nella mente: saprà scatenarti il ricordo di questi giorni così speciali anche a distanza di anni. Ti abbraccio forte e ti faccio mille congratulazioni e auguri per la vita a due che inizia, e se hai voglia, torna a salutarci e a raccontarci le tue esplorazioni profumate ok?

jecka ha detto...

io adoro black orchid..nn potrei fare senza...
sapete chi usava questo profumo?
the king m.jackson...il mio idolo.

Anonimo ha detto...

Salve.
Sono nuova e al momento sono solo di passaggio, per cui scrivo da Anonima, ma mi iscriverò sicuramente a questo bellissimo blog appena scoperto ;-)

Un'informazione: questa recensione si riferisce all'essenza di Black Orchid?
Ha provato anche l'eau de parfum e mi saprebbe dire se sia altrettanto "Intenso, profondo, quasi narcotico, sensuale e ammaliante, misterioso…"?
Grazie anticipatamente!
Saluti.

@jecka: considerando il tuo nick, mi vien da pensare che tu usi il soprannome "Jacko" per riferirti al Re... Mi auguro di no: essendo un tuo idolo, dovresti sapere che detestava quel nomignolo.

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao "anonima per il momento"! Sì,la recensione si riferisce proprio all'Eau de Parfum: è la versione che alla fine, ho comprato. Più abbordabile economicamente e nemmeno un centimetro meno bella del Parfum. Resta molto intensa e di lunghissima persistenza, quindi soddisfacente al 200%! :-)

Bigklaus ha detto...

Non vorrei apparire off-topic ma volevo raccontarti del mio primo giorno da single mentre la famiglia è partita per Jesolo.
Dopotutto hai detto te che questo è un salotto, io mi accomodo sulla poltrona di velluto blu, stendo pure le gambe sul puff e parlo...
E' lunedì ma per me è domenica, mi sveglio quasi a mezzogiorno, moka, telegiornali vari, e doccia.
Metto Pour monsieur di Chanel, devo ancora sentire il caldo che fa fuori, ma fino a sera non mi pento.
Vado in centro con la bici di mia moglie, quella col cestino di rattan davanti e due coccinelle di spugna che tengono tranquillo Pietro quando è sul seggiolino.
Metto anche gli auricolari dell i-pod, mi tolgono quei quattro anni, che fa sempre comodo.
Voglio andare a sniffare qualcosa di buono, che mi dia benessere e che possibilmente come ho già detto, mi faccia sentire ricco di ogni stella in cielo...
Voglio una lavanda, ma originale, elegante,austera e pulita perchè anche con l'i-pod ho già passato i quaranta.
Bermuda di cotone azzurro, camicia di lino bianco e superio tirannico nella norma.
Entro in un negozio piuttosto nuovo anche se la location è molto storica, soffitti altissimi color crema, climatizzato da non prendere la bronchite in uscita, e un titolare discretamente preparato.
Mi accomodo, mi chiede the or coffee? coffee thanks!
Inizia la festa, io curioso chiedo Byredo, parliamo per più di un ora me li fa sentire praticamente tutti, sono in estasi, li comprerei tutti ma la scelta è un ecatombe di possibilità.
Palermo è una panchina di pietra bianca ai bordi di una strada soleggiata in sicilia con in sottofondo "il clan dei siciliani" di Morricone e davanti a me un agrumeto a perdita d'occhio e in fondo il mare.
Bal d'Afrique è l'equilibrio selvaggio della savana, ma bello, elegante, niente polvere e zanzare solo legni che bruciati dal sole del giorno con la rugiada del mattino esalano rispetto e orgoglio.
Nel tuo salotto per la signora elegante vicino alla finestra sto diventando soporifero.

Alla fine compro Boudelaire, non posso uscire senza, è come entrare al Toys con mia figlia e non concederle neanche una Polly.
Ma anche Green è buono da morire!
E la lavanda? e mia moglie che mi ha contato le boccette sulla mensola del bagno e sono 43?? e che potrei almeno iniziare a tenerle pulite....ma è stata lei a farmi avvicinare da una sua amica analista che dopo poche battute ha detto che ho un superio tirannico...e quindi se sono tiranno mi faccio anche una lavanda!
Scettico nei confronti di Etat Libre forse per il fatto di "Secretion magnifique" ho annusato Numbril immense e devo dire che mi ha felicemente sorpreso, quando ho sentito Antiheros ho capito che qui si fa sul serio è la lavanda che volevo, quella non solo fiori ma anche foglie e legno e muschio terroso. Aveva solo il tester, dopo le vacanze riassortisce. Così mi sono consolato con "Oxford&Cambridge" traditional lavander di Czech&speake

Sento russare?!, la signora di prima si è rivolta verso la tenda di broccato e si è concessa una pennica.

Grazie dell'ospitalità e alla prossima.

Ah volevo dirti che se nella zuccheriera metti le zollette evitiamo i granelli sulla poltrona che sono simpatici come la sabbia nel letto...

Stia bene!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Bigklaus, mentre tu eri seduto sul divano con le gambe sul puff, io ero in Francia a vacanzeggiare... e a sniffare novità.
Se il tuo superio tirannio ti ha portato a quota 43 boccette, io che dovrei dire? Evito di contarle per non vergognarmi, vah!
:-)
Una cara amica frequentatrice di questo blog dice che la sua psicologa l'ha assolta così "Sempre meglio spendere in profumi che in psicofarmaci". Inutile dire che ora lei (e molti altri di noi, se devo dirla tutta) si sente assolutamente giustificata a dilapidare ingenti somme di denaro in profumi "Tanto me l'ha detto la dottoressa!".
Non avrebbe dovuto raccontarcelo.
No, non avrebbe dovuto.

Di Etat Libre d'Orange hai iniziato proprio da quello che doveva arrivare per ultimo: Secretion magnifique. Non tanto per la sua formula discutibile (che comunque ad alcuni piace), ma perchè non si inizia con una botta di Calone così vigorosa per nessun motivo, nemmeno se si è abituatissimi. Anche perchè dopo, non si può annusare bene nient'altro per ore.
Nombril Immense è un profumo bello, con una sua delicatezza resinosa affascinante. Ti posso consigliare anche Charogne, Rien (ma solo se ti piace molto il cuoio "on the rocks") e Je Suis un Homme.
Per la lavanda, se ci riesci, metti le mani su "Kiki" di Vero Kern. Una lavanda spettacolare: legnosa, secca, durevolissima, per me assolutamente eccezionale. Ti suggerisco anche Iris Gris
di Lutens (una lavanda poudreè e delicata), Impact de Pour un Homme di Caron (muschiata), Chamarrè di Mona di Orio (ricca e solare).
E poi fammi sapere!

ps
va bene, seguo il consiglio e nella zuccheriera metterò le zollette, ma tieni presente che io il tè lo bevo non zuccherato, sennò perdo la delicatezza del gusto!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Bigklaus, mentre tu eri seduto sul divano con le gambe sul puff, io ero in Francia a vacanzeggiare... e a sniffare novità.
Se il tuo superio tirannio ti ha portato a quota 43 boccette, io che dovrei dire? Evito di contarle per non vergognarmi, vah!
:-)
Una cara amica frequentatrice di questo blog dice che la sua psicologa l'ha assolta così "Sempre meglio spendere in profumi che in psicofarmaci". Inutile dire che ora lei (e molti altri di noi, se devo dirla tutta) si sente assolutamente giustificata a dilapidare ingenti somme di denaro in profumi "Tanto me l'ha detto la dottoressa!".
Non avrebbe dovuto raccontarcelo.
No, non avrebbe dovuto.

Di Etat Libre d'Orange hai iniziato proprio da quello che doveva arrivare per ultimo: Secretion magnifique. Non tanto per la sua formula discutibile (che comunque ad alcuni piace), ma perchè non si inizia con una botta di Calone così vigorosa per nessun motivo, nemmeno se si è abituatissimi. Anche perchè dopo, non si può annusare bene nient'altro per ore.
Nombril Immense è un profumo bello, con una sua delicatezza resinosa affascinante. Ti posso consigliare anche Charogne, Rien (ma solo se ti piace molto il cuoio "on the rocks") e Je Suis un Homme.
Per la lavanda, se ci riesci, metti le mani su "Kiki" di Vero Kern. Una lavanda spettacolare: legnosa, secca, durevolissima, per me assolutamente eccezionale. Ti suggerisco anche Iris Gris
di Lutens (una lavanda poudreè e delicata), Impact de Pour un Homme di Caron (muschiata), Chamarrè di Mona di Orio (ricca e solare).
E poi fammi sapere!

ps
va bene, seguo il consiglio e nella zuccheriera metterò le zollette, ma tieni presente che io il tè lo bevo non zuccherato, sennò perdo la delicatezza del gusto!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Bigklaus, mentre tu eri seduto sul divano con le gambe sul puff, io ero in Francia a vacanzeggiare... e a sniffare novità.
Se il tuo superio tirannio ti ha portato a quota 43 boccette, io che dovrei dire? Evito di contarle per non vergognarmi, vah!
:-)
Una cara amica frequentatrice di questo blog dice che la sua psicologa l'ha assolta così "Sempre meglio spendere in profumi che in psicofarmaci". Inutile dire che ora lei (e molti altri di noi, se devo dirla tutta) si sente assolutamente giustificata a dilapidare ingenti somme di denaro in profumi "Tanto me l'ha detto la dottoressa!".
Non avrebbe dovuto raccontarcelo.
No, non avrebbe dovuto.

Di Etat Libre d'Orange hai iniziato proprio da quello che doveva arrivare per ultimo: Secretion magnifique. Non tanto per la sua formula discutibile (che comunque ad alcuni piace), ma perchè non si inizia con una botta di Calone così vigorosa per nessun motivo, nemmeno se si è abituatissimi. Anche perchè dopo, non si può annusare bene nient'altro per ore.
Nombril Immense è un profumo bello, con una sua delicatezza resinosa affascinante. Ti posso consigliare anche Charogne, Rien (ma solo se ti piace molto il cuoio "on the rocks") e Je Suis un Homme.
Per la lavanda, se ci riesci, metti le mani su "Kiki" di Vero Kern. Una lavanda spettacolare: legnosa, secca, durevolissima, per me assolutamente eccezionale. Ti suggerisco anche Iris Gris
di Lutens (una lavanda poudreè e delicata), Impact de Pour un Homme di Caron (muschiata), Chamarrè di Mona di Orio (ricca e solare).
E poi fammi sapere!

ps
va bene, seguo il consiglio e nella zuccheriera metterò le zollette, ma tieni presente che io il tè lo bevo non zuccherato, sennò perdo la delicatezza del gusto!

Anonimo ha detto...

ciao, io mi sono completamente innamorato di questo profue e devo dir che la tua descrizione è perfetta, riesce a rappresentare ciò che il profumo evoca e trasmette ... vorrei comprarlo ma ci sono due limiti : il prezzo (mi hanno chiesto 90 euro per il 50ml) e il mio sesso maschile. Tu troveresti abbastanza "azzardata" questa fraganza addosso ad un uomo?
grazie ...ti leggo sempre XD

Anonimo ha detto...

Spero che non ti dispiaccia se riesumo questo vecchio post, ho letto in lungo e in largo il tuo blog perchè sono alla disperata ricerca di un profumo che mi "racconti" e qui trovo tantissime informazioni utili per un'ignorantissima come me.
Ho provato proprio ieri questo profumo di Tom Ford e ancora stamattina me lo sento addosso. Ieri, mezz'ora dopo averlo messo, l'ho trovato ... scandaloso, se mi si passa il termine, quasi animale, ben oltre il sensuale, sessuale direi.
Oggi è caldo, avvolgente, forse con una nota troppo dolce per me.
Benchè io non riescirei mai a portarlo, trovo che questo sia esattamente un profumo come intendo io il profumo: evocativo, potente, che tocca le corde dell'inconscio
Ho provato anche white patchouli, sempre di Tom Ford, ora cerco la tua recensione se c'è e ti scrivo cosa ne penso
Ciao, Laura