27 aprile 2010

Mouillettes&Co: giornata speciale per appassionati

Ricevo quest'invito da Mouillettes&Co. e volentieri lo pubblico: "Siamo rimasti molto colpiti dalla grande passione per il mondo del profumo che abbiamo riscontrato in tutti coloro che sono intervenuti ad Esxence, che conferma le richieste pervenuteci in questi anni.  Per soddisfare passioni ed esigenze emerse durante gli incontri con il pubblico ed offrire la massima flessibilità di partecipazione, abbiamo programmato una edizione speciale di "UNA GIORNATA DA "NASO" in due date consecutive, 21 maggio (a Milano) e 22 maggio 2010 (sabato!) a Castelletto Ticino. Si tratta di una doppia opportunità per chi desidera scoprire le realtà della creazione di un profumo in modo ludico ed interattivo, e perchè no creare la base per un percorso di apprendimento più strutturato.
PROGRAMMA

- L’olfatto e le sue emozioni
- “Ombra cinese” di un profumo
- Passeggiata olfattiva per il mondo
- Scoperta della “regia” del Profumiere-Creatore
- Approccio ai metodi di estrazione
- Iniziazione alle materie prime naturali e sintetiche
- La piramide olfattiva: nozioni di testa, cuore, fondo
- Studio delle sfaccettature olfattive semplici
- Atelier pratico: la composizione
- Elaborazione di una prova di composizione:
• Composizione di un profumo a partire da tre sfaccettature
• Valutazione dell'accordo creato

L'incontro avrà un Max di 10 partecipanti. Costo: 225 Euro senza Olfactorium, 350 con Olfactorium

COME ISCRIVERSI: inviando una e-mail a: info-corsi@mouillettes-and-co.com
telefonando al numero: 0331 911853 o ppure allo: 0331 923416 (linea esterna e fax)

21 aprile 2010

Turtle Vetiver (Isabelle Doyen per Les Nez, 2009)

Un vero, verissimo profumo al vetiver per amanti del vetiver. Prodotto in soli 80 flaconi ed esaurito subito, questa meraviglia di profumo è l'esercizio n.1 di Isabelle Doyen con il vetiver. Il prossimo  autunno Les Nez farà uscire altre 100 boccette con l'esercizio n.2, una fragranza diversa che esplorerà altri aspetti di questa stessa nota. Ma torniamo all'esercizio n.1, il Turtle Vetiver. Ho potuto testarlo grazie a Renè Schifferle, vulcanico creatore del marchio Les Nez, che ho incontrato a Milano, durante Esxence.

Turtle Vetiver (Isabelle Doyen for Les Nez, 2009)

A true-to life vetiver, for real vetiver freaks. Produced in just 80 bottles and immediately sold out, this marvel of perfume is the exercise No.1 by Isabelle Doyen with vetiver. Next autumn Les Nez will release another batch of  100 bottles with exercise No.2, a different fragrance exploring other aspects of this same note. But back to exercise # 1: I could test it due to kind Mr. Renè Schifferle, volcanic creator of the brand Les Nez, whom I met in Milan, at Esxence Exhibition.

12 aprile 2010

Sesto incontro sul profumo da Caleri! / Sixth perfume meeting at Caleri's!

La primavera sembra finalmente essere arrivata. Che ne dite di festeggiarla parlando di profumi?  Il sesto incontro del ciclo "Il linguaggio della profumeria d'Autore", dal titolo "A ciascuno il suo. Esuberante come un gelsomino, riservato come un iris, sensuale come una tuberosa, raffinato come un narciso. Tu quale fiore sei?" si svolgerà giovedì 15 aprile dalle ore 18 alle 19.30 nello store "Caleri" di Via XXV Aprile (tel. 010 581312). Faremo anche un giretto tra resine (incenso, benozino, ecc) e spezie, visto che alcuni partecipanti erano particolarmente interessati a queste essenze e a marzo avevamo lasciato indietro qualcosa. Allora vi aspetto per un viaggio profumato nella primavera!

Spring seems to be here at last! What about celebrating it with perfumes? The sixth meeting at Caleri's store will be about "One for each one. As exuberant as a jasmin, as restraint as an orris, as sensual as a tuberose, as refines as a narcissus. Which flower does suit your personality better?"  and will take place Thursday, April 15th at 18.00 at Caleri (Via XXV Aprile, Genova tel. 010 581312). And since someone was interesed in spices and resins missed in the previous meetings, we'll also speak a little bit about them!

6 aprile 2010

Esxence - Incontro con L'Osmothéque (3)

Le ultime due fragranze esplorate con la guida di Patricia de Nicolai sono state Nuit de Noel (1922), Ernest Daltroff per Caron e Iris Gris, di Vincent Roubert per Jacques Fath. La prima conteneva una specialità "Mousse de Saxe" (una specialità di De Laire un laboratorio di materie prime a Parigi) e una molecola sintetica che venne usata spesso nei decenni seguenti, l'isobutilchinoleina dai risvolti cuoiati e fumosi.

Esxence - Meeting the Osmothéque (3)

The last two fragrances explored with the guidance of Patricia de Nicolai were Nuit de Noel (1922), by Ernest Daltroff (Caron) and Iris Gris by Vincent Roubert for Jacques Fath. Nuit de Noel contained mousse de Saxe (a specialty by De Laire, a raw material lab located in Paris) and a synthetic molecule that was often used in the following decades: isobutilquinolin, with its leather and smoky, harsh note.

3 aprile 2010

Esxence - Incontro con L'Osmothéque (2)

Questo post inizia qui

Poi le Tréfle Incarnat di L.T. Piver del 1896 (a sinistra una foto fatta al Museo della Profumeria di Grasse), contenente una nota di salicilato di amile, e la Rose Jacqueminot (Coty) con Rhodinol (geranio) e ionone (violetta). Leggenda vuole che, dopo aver cercato invano di convincere il Direttore di una catena di Grandi Magazzini di Parigi a vendere il suo profumo nel reparto profumeria, senza esserci riuscito, ne buttasse in terra un flacone che rompendosi, inondò l'aria di questo dolce effluvio di rosa, provocando una ressa tra le signore che si precipitarono a chiedere dove potevano acquistare quel meraviglioso profumo. A pensar male si potrebbe dire che erano amiche del fascinoso Monsieur Coty, in ogni caso da quel momento le fragranze Coty decollarono e ben presto dalla Francia giunsero a tutta Europa e negli Usa.

Esxence - Meeting the Osmothéque (2)

This post originates here.
Then “Trèfle Incarnat” of 1896, containing amyl salicylate (left, a picture I took at Grasse Perfumery Museum) and “La Rose Jacqueminot” (Coty) with Rhodinol (geranium) and ionone (violet). Legend has it that, after trying in vain to convince the manager of a department store in Paris to sell his perfume in the cosmetic department, without being successful, he broke a bottle the ground, the perfume filled the air, and this sweet rose scent, causing a group of women to rush and ask where they could buy that wonderful fragrance. May be they were friends of charming Monsieur Coty, or maybe not, in any case by the time Coty fragrances took off and soon reached all over Europe and the US.

1 aprile 2010

Esxence - Incontro con l'Osmothéque

Il sabato degli amici di Bergamotto e Benzoino ad Esxence è iniziato con l’attesissimo incontro con l'Osmothéque.  Al mattino alle 10.15 la sala delle Conferenze era pronta per ospitare Patricia de Nicolai, Presidente dell'Osmothéque con la sua aiutante Letitia e le preziose borse piene di grandi capolavori del passato, ricreati dall'equipe tecnica dell'Osmothéque guidata da Jean Kérleo. Madame è stata davvero squisita, una persona serena e sorridente che ha saputo trasmettere la passione per un lavoro - prezioso e completamente volontario- di ricerca delle formule antiche, di selezione di materie prime che a volte non essendo più usate riusultano difficili da reperire, di ricostruzione delle formule, della loro conservazione in celle a temperatura costante, ed infine, di sensibilizzazione alle tematiche della preservazione del patrimonio profumiero mondiale. Il viaggio nel passato che ha preparato per noi si è snodato come una sorta di itinerario tra le prime fragranze famose nel mondo, fino alle prime che contenevano molecole di sintesi.

Esxence - Meeting the Osmothéque

Last Saturday, friends of Bergamotto e Benzoino began the Esxence day with a meeting with Osmothéque. At 10.15 the conference room was ready to host Patricia de Nicolai, President of Osmothéque with her aide Letitia, and the bags full of precious masterpieces of the past, recreated by the technical team led by Jean Kérleo. Madame was really exquisite, a serene and smiling person who was able to convey all the passion for a precious, fully voluntary work, which consists in searching for old formulas, selecting raw materials which may also not be in use anymore, reconstructing formulas, storing in cells with constant temperature, and finally, enhancing the awareness on the conservation of our perfume heritage. The journey into the past was an articulated itinerary from the first popular fragrances in the world, to the first real perfumes containing synthetic molecules.