14 ottobre 2017

Tubereuse Absolue (Perris Montecarlo)

Quando Gian Luca Perris ha fatto sapere che stava componendo una fragranza alla tuberosa non vedevo l'ora di provarla: i profumi della sua linea Perris Montecarlo (sito qui) mostrano un grande amore per le materie prime e sanno metterle in risalto come pochi altri.

La sua Tubereuse Absolue è disponibile sia in Eau de Parfum che in Parfum, con due formule diverse e in qualche modo, complementari. Un'idea che mi è piaciuta tantissimo.

Nell'estratto la dominatrice incontrastata è un'assoluta crepuscolare, secca e profonda, piuttosto erbacea con una punta cuoiata e una affumicata che rendono il profumo ombroso, indomito, selvaggio, di una virilità inarrivabile (ma perfetto anche su pelle femminile! Certo, ci vuole una certa personalità…).

L'EdP esplora una lato più gioioso, immediato, aperto, più vicino a come la intendo io. La tuberosa è affiancata a note salate e muschiate che ne esaltano la dolcezza plastificata, da crema solare. Il risultato è un fiorito modernissimo, fluorescente, esilarante. Gioia e buonumore da indossare in tutte le stagioni.

Stessa nota, due aspetti complementari.
Non potevo non ringraziarlo: "GianLuca che ricchezza, addirittura due profumi!
Un anno e mezzo fa, quando decisi di voler affrontare questo fiore, sapevo solo che volevo creare qualcosa di diverso, una tuberosa insolita, che non richiamasse nulla di già esistente. Però mi sono accorto che sarebbe stato complesso perchè la tuberosa possiede due aspetti diversissimi tra loro, molto difficili da unificare. Alla fine, ho deciso di dedicarle due fragranze: una che ne esaltasse il lato prepotentemente naturale, erbaceo, primitivo e l'altra che ne omaggiasse il lato più “culturale”, ovvero la tuberosa così come l'abbiamo conosciuta e amata in cento anni di profumeria.
Entrambe, ovviamente, sono Perris fino al midollo. Ricche, vibranti, coinvolgenti.
Se io dovessi sceglierne solo una sceglierei l'edp perchè è più vicina alla mia idea sontuosa di questo fiore, ma alla fine le vorrei entrambe. L'estratto lo comprerei per regalarlo a mio marito. E poi indosserei io anche quello.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

È bellissimo la passione che emana il suo discorso.
Dopo aver conosciuto questo blog , il gusto mio per la profumeria è cambiato.
Grazie.

Sandra Barros (fron Brazil)

Anonimo ha detto...

Allora ti do retta e mi riservo di provare la versione in estratto. Grazie e ciao. Marco Ceravolo.

Marika Vecchiattini ha detto...

Grazie a te Sandra! Torna quando vuoi a trovarmi!

Marika Vecchiattini ha detto...

Eeehhh Marco, buongustaio che sei…