10 gennaio 2010

Cuir de Russie (Ernest Beaux per Chanel, 1924)

... e poi ci sono quelle opere dell'intelletto umano che, quando si incontrano, provocano commozione e un senso di reverenza per la loro grandezza. Si resta stupefatti, scioccati, senza parole che possano realmente, spiegare l'esperienza.
Della Vergine delle Rocce di Leonardo possiamo raccontare il soggetto, la luce crepuscolare, i colori scuri e morbidi, ma tutto questo non è niente rispetto all'esperienza di stare lì davanti al dipinto e guardarlo, lasciandolo entrare dentro di noi attraverso le pupille e lasciando che la sua magìa scorra nelle nostre vene insieme al sangue e ci trasporti, per un pò, in una sfera più alta dell'essere.
Ecco, questo profumo mi lascia silenziosa e commossa.
Posso dire che se c'è dell'isobutilchinolina è molto ammorbidita, se c'e del catrame di betulla la parte pungente è stata eliminata, forse ci sono del gelsomino, dell'iris e della rosa, muschio, sandalo, cumarina, castoreo, ambra grigia e magari una goccia di cognac.
L'avvio è fruttato di un bergamotto caramellato che scivola dolcemente in una pelle morbida, inzuppata nel cognac, che con i fiori forma un insieme raffinato e polveroso con accenti di albicocca matura; condivide la base di sandalo e benzoino e castoreo di Bois des Iles e la stessa atmosfera crepuscolare e calda, avvolgente. Sereno, maestoso, sicuro di sè, autorevole senza necessità di essere autoritario. Pura raffinatezza ultraterrena.Il parfum è decisamente la versione migliore (l'edp non esiste), mentre l'edt manca un pò di persistenza e l'ideale è spruzzarla sugli abiti (l'interno delle maniche e il foulard), ma il discorso e la voce sono gli stessi: vale assolutamente la pena di conoscerlo e se non lo avete ancora fatto, fatelo assolutamente. Io ho un edt preso a Zurigo qualche anno fa, e da tempo sognavo il parfum. Ma nel frattempo Chanel aveva ritirato tutti i parfum della serie esclusiva e solo le Edt da 200 ml sono disponibili nelle Boutique.
L'ho cercato a lungo ma senza successo, poi un anno fa AnnaMaria me l'ha trovato su eBay e siamo riuscite a vincere l'asta, con mia grandissima gioia. Davvero, non la ringrazierò mai abbastanza.
Ecco, questa è la storia, con piramide, note e tutto il resto. Ma non è assolutamente niente, niente, niente rispetto alla fragranza in sè.

11 commenti:

Tamberlick ha detto...

Ma no! Ma perché hanno ritirato il parfum? Uffa!

Alessandra di Varese ha detto...

Ne ho sempre sentito parlare ma non ho mai avuto l'occasione per annusarlo.
Vorrei sapere se è un profumo ancora in produzione e se si trova nelle profumerie di nicchia.

ADJIUMI ha detto...

Quando la forza del pensiero è una realtà tra le persone che hanno un certo feeling....
Ieri mattina ho aperto sull'Adjiumi Niche Perfumes, un topic dove volevo raggruppare tutti i "cuir", il pomeriggio mi sono messo il profumo, protagonista di questo tuo articolo....se non sbaglio è proprio un flacone che mi inviasti tu, molto generosamente....
Condivido le tue espressioni.

Anonimo ha detto...

Cara BeB,
ti aspettavo al varco con Cuir de Russie, sapevo che prima o poi avresti scritto di lui. Il paragone con Leonardo calza a perfezione: recentemente ho rivisto il battista di Leonardo a palazzo Marino e Beaux con questa creazione fa esattamente la stessa operazione filosofica di Leonardo: la pittura è luce e ombra, puro spazio, bastano pochi colori sfumati ad arte a rendere ogni minimo dettaglio. Così qui ogni materia prima viene stemperata ad arte, smussata, trasfigurata. Il cuoio, mai stato così morbido e fluido, la luce dei fiori nel classico trittico di Beaux (gelsomino, rosa, ylang-ylang) che scaldano, ammorbidiscono, sfumano. e poi l'ombra delle terre (legni, resine e il rizoma d'iris). Come dire che adoro questa magia. Spero sempre che da Chanel qualcuno si metta una mano sul cuore e rilanci almeno i parfums senza rimaneggiarli.
Magnifiscent

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Alessandra, ciao, sì è ancora in produzione, lo trovi nelle Boutiques Chanel. Biagio, nella versione inglese di questo post mi ha fatto la stessa domanda e rispondo anche a te: a Milano, Roma e Firenze so che Chanel c'è. Magari c'è anche in altre città, sul sito ci dovrebbe essere una lista aggiornata. E' sufficiente andare in negozio e chiedere di provarlo (meglio addosso!). In genere le commesse di Chanel sono gentilissime.

Tamberlick, posso immaginare che sia una scelta economica: probabilmente costava troppo produrlo. Infatti è stato ritirato per tutta la linea esclusiva "storica" (il N.22, Bois des Iles, Gardenia), mentre degli esclusivi nuovi non è stato nemmeno mai prodotto. Hanno preferito il bottiglione di edt da 200ml (non faccio commenti).

Adj, amico mio, ormai non mi sorprendo più di niente... (magari mi hai ispirato tu il post e io non me ne sono nemmeno accorta: sai che vibriamo insieme...)

Magnifiscent, come lo hai descritto bene, si vede che ne sei innamorato anche tu! Sì, ho sempre pensato che Beaux fosse un estimatore di Leonardo perchè usa la sua stessa identica luce sia qui che nel Bois dei Iles. Chiaro che la rende percepibile col naso anzichè con gli occhi... ma lo sfumato è esattamente lo stesso. Ti invidio un pò il Battista visto "dal vivo" a Palazzo Marino, vorrei riuscire ad andarci anch'io prima che la mostra chiuda.
Concordo, sarebbe bellissimo che i parfums fossero nuovamente messi in produzione. Ma come dici tu, solo se fossero abbastanza fedeli agli originali, o almeno a quello che ho io (che è solo di qualche anno fa). Pagare 200-250 euro per 30ml di parfum lo so che è tanto, ma ci sono creazioni che quei soldi li valgono tutti, sia perchè portarle indosso procura un grande piacere, sia perchè sono Opere d'arte indiscusse, grandi classici (come la rapsodia in Blu di Gershwin, per fare un esempio), testimoni del sentire artistico di un'epoca. Io credo che ci siano persone disposte anche a spendere cifre folli per un profumo così (tu e io non saremo mica gli unici, no?)

marzipan ha detto...

Premesso che dire che ti invidio è ovviamente un eufemismo, sono dolente di doverti avvertire che il Battista da qualche giorno è qui a Palazzo Venezia. Magari è l'occasione per vederti da queste parti ?

santin ha detto...

Tresor ma per comrprare il cuir bisogna chiedere un mutuo.....costano troppo

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Marzipan, ho visto la pubblicità in tv subito dopo aver postato la risposta e mi sono detta che come al solito finirà che non lo vedrò: sai quant'è che devo venire giù per vedere questo o quello e non riesco mai a venirci per qualche motivo?

Santin, è proprio così, ma...nel triangolo io/profumo/conto in banca, preferisco sempre che sia quest'ultimo, a soffrire. ;-)
D'altronde quante pazzie si fanno per amore? Intanto potresti sentire l'Edt e vedere se è nelle tue corde...

santin ha detto...

é nelle mie corde...lo adoro....

Bergamotto e Benzoino ha detto...

... non mi odiare ma... e me lo aspettavo (eh eh eh).

Anonimo ha detto...

Ciao ti ho scoperta per caso..sono una maniaca dei profumi,a volte sto ore ad annusare nelle profumerie... purtroppo non posso permettermi tutto cio' che vorrei,ma ho una vera passione... e difficilmente trovo persone che mi capiscono..Ho finalmente provato Cuir de Russie nell' espace Chanel della Rinascente a Milano ( lo hanno anche li'!!!) e ho provato anche gli altri. CdR e' stata una strana esperienza, non so se la sua fama mi abbia portata ad avere aspettative irrealizzabili..o se dipenda dal fatto che ho testato l'EdT e forse dovrei annusare il parfum storico.All'inizio non mi e' affatto piaciuto anzi,delusione totale.Come avevo letto,la prima cosa che ho sentito e'stato odore di stalla,sudore e fango.Con il passare dei minuti si e' sprigionata l'esperienza mistica descritta da molti, ma in "sottotono" nel senso che ho percepito solo un aria dell'opera d'arte,come un flash ..non so se rendo l'idea...mi aspettavo un intensita' diversa. Dopo circa un'ora e mezza,mi e' piaciuto molto ma purtroppo potevo percepirlo solo annusandomi l'avambraccio mettendo il naso attaccato alla pelle... e non so se spenderei tanto denaro per ottenere un effetto cosi' soft.. amo i profumi persistenti e duraturi che posso sentire anche dopo ore...e intorno a me... e non e' questo il caso. Mi e' piaciuto da impazzire Jersey,lo conosci? l'ho adorato ma anche per lui stesso discorso,non si sente abbastanza..l'intensita' su di me e' la stessa di un buon latte per il corpo o acqua profumata.. Ma sei di Genova? perche' potremmo incontrarci io sto a Finale Ligure