8 ottobre 2016

Sandalo Nobile (H. Bergia per Nobile 1942)

E finalmente Nobile 1942 ha lanciato il suo Sandalo Nobile!
Sì perchè Massimo e Stefania, i titolari del marchio Nobile 1942 (sito web qui), hanno già da qualche anno una bellissima linea, i cosiddetti “Rigati, che esplora alcune materie prime della profumeria classica con uno stile pulito, luminoso, essenziale, rendendo omaggio alla materia prima di per sé, per la bellezza che essa stessa possiede, senza fronzoli né abbellimenti inutili. 
I Rigati non hanno una collocazione temporale precisa, cioè in loro si esprime l'anima della nota, non il momento in cui la fragranza è stata composta, e perciò non hanno paura che qualcuno possa dire “Ah, è solo una Lavanda” oppure “Ah, un altro Patchouli”. Perchè non importa quando è stata composta, la loro Lavanda è intensamente aromatica, ruvida, classica e “inglese” fino al midollo e il Patchouli è vero patchouli umido, terroso, intero, affascinante (Luca Turin qualche anno fa ne aveva scritto una recensione fantastica...). La loro Acqua è una colonia agrumata luminosa ed essenziale, con tutte le più belle caratteristiche che rappresentano questa categoria. Ogni fragranza dei “Rigati” è stilisticamente posizionata entro i canoni classici del genere e questo rende ognuna di loro una vera e propria “lezione” di misura, sobrietà ed eleganza senza tempo.
Questo per farvi capire perchè stavo aspettando il loro “Sandalo Nobile”.
E perchè ve ne parlo volentieri

Nonostante la difficoltà di trovare del vero Santalum Album, mi aspetto sempre che se un profumo si chiama Sandalo ne debba contenere almeno un po', e spesso è così. Ovviamente la quantità non potrà essere esagerata, perchè quel poco che c'è in circolazione, costa un rene.
Però, qui c'è. Ed è accoppiato ad un ricchissimo legno di cedro d'Atlante in un lavoro caldo, morbido, vellutato, quasi mistico che ad ondate mi ha ricordato il rimpianto Tam Dao di qualche anno fa (prima che Diptyque fosse acquisita da un grande gruppo finanziario).

Questa è la profumeria artistica che mi piace: ovvero uno spazio di ricerca estetica, dove un piccolo marchio a conduzione familiare può permettersi la libertà di comprare del vero legno di Sandalo e farlo brillare come fosse una pietra preziosa, incastonandolo all'interno di una composizione misurata ed elegante, ma al contempo ricca e soddisfacente, che nessuno dei grandi gruppi potrebbe sognarsi di far produrre. 
 La durata su pelle sfiora la giornata (8 ore buone), e lo trovo coerente col fatto che questo profumo sia composto quasi esclusivamente di materie prime del fondo (legni di cedro e sandalo, iris). Bella fragranza, che rende onore al nome che porta e che rende ancora più preziosa la linea dei “Rigati”.

Nessun commento: