18 agosto 2017

Prada: Miu Miu l'Eau Bleue (Daniela Andrier, 2016)

Qualche volta, il Dio Profumo ti concede dei doni inaspettati. A volte hanno un carattere strano, difficile, sembrano tenerti alla larga... Però come li annusi capisci che c'è qualcosa, lì dentro. Non riesci a capire cos'è e continui a batterci il naso finchè non finisci per innamorartene, tuo malgrado, ancor prima che la risposta arrivi.
Miu Miu L'Eau Bleue è un profumo fiorito fresco, a base mughetto. Io, che il mughetto lo detesto, io che i fioriti primaverili mi fanno storcere il naso, sono caduta come una pera cotta di fronte a questa strana creatura vestita di seta azzurra che canta con la voce di Kim Carnes (se non sapete chi è cliccate qui). 
Mughetto, rosa, note verdi, gelsomino, hedione, muschio bianco ed una nota a me sconosciuta chiamata akigalawood costruiscono un insolito profumo freddo, secchissimo, amaro, luminoso, potente, scostante come pochi altri. E coraggioso: in un'epoca di profumi fioriti, dolci, tutti lustrini e paillettes, questo parla un'altra lingua. Miu Miu L'Eau Bleue possiede tutta la strana eccentricità un po' folle, divertita e tremendamente chic della couture Prada. E quando un profumo rispecchia i valori del suo marchio per me è qualcosa che va sottolineato.
La cosa incredibile è che l'intensità di questa fragranza cresce col passare del tempo, e dopo tre ore dallo spruzzo ti ritrovi avvolto da una nuvola olfattiva più potente ed interessante rispetto all'inizio. Forse è merito di questo misterioso akigalawood, che andrò senz'altro a cercare quanto prima.


Daniela Andrier, la sua creatrice, è una vera Maestra della profumeria che io ammiro da molto tempo: creativa, audace, capace di lavori astratti come questo (o come Marni, uno dei pochi femminili interessanti usciti negli ultimi anni), persino al limite dell'indossabilità, ma anche di profumi esilaranti ed immediatamente piacevoli. I suoi lavori per Prada costituiscono un manuale di tutte le sfumature con cui i profumi possono parlare alle persone. Non se ne parla abbastanza, né con abbastanza ammirazione, di questa creatrice straordinaria.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Più intenso dopo 3 ore addosso... interessante !

Sandra Barros (Brasile)

ADJIUMI ha detto...

La Andrier sta lavorando molto bene!