23 settembre 2007

Una sposa, un profumo/A bride, a perfume

PLEASE SCROLL DOWN THE PAGE FOR ENGLISH TEXT!
Poiché la potenza evocativa degli odori ci riporta indietro nel tempo, basta la sniffata di un secondo per rivivere un periodo, un giorno, un’emozione. E' per questo che la Stè e io abbiamo pensato (più o meno contemporaneamente) che per ritrovare anche a distanza di anni le emozioni di quel giorno speciale e dei giorni precedenti, non c’era niente di meglio che affidarle ad una fragranza da usare solo in quei giorni. Quelli subito prima, durante e dopo, il suo matrimonio.

Così stamattina ci siamo viste per iniziare la ricerca, con la proibizione assoluta di comprare qualsiasi cosa. Oggi si prova solo. Le prime fragranze provate sono state quelle classiche: Jour de Fete e la Violetta dell’Artisan, Teint de Neige di Villoresi, Love in White di Creed, Sweet Oriental Dream di Montale. Jour de Fete già lo conoscevo, è una dolce manciata di confetti, un profumo tenero che resta molto vicino alla pelle, che però è un po’ troppo dolce per lei (e per me), mentre la Violetta è arrivata come una scoperta. Questa dell’Artisan è carnale, intensa, se non sai ancora se la violetta ti piace o no, iniziare con questa è un’ottimo modo per incontrarla. Teint de Neige così polveroso, delicatamente chic invece è stato apprezzato molto, ed è strano, se penso che lei ama tantissimo il ruvido/dolce/erbaceo dell'aroma del tè, che è tipo agli antipodi! Ma, ci dicevamo stamane, ogni profumo comunica una parte di noi, e ad ogni aroma corrisponde un momento ed uno stato d'animo, ed è bello parlare agli altri anche attraverso il profumo che scegliamo di indossare. Love in White, provato sulla pelle, non andava; effettivamente dopo un po’ su di lei s’incarta male e prende una direzione quasi sgradevole, mentre Virgin Island Water sebbene sia dolce, insolito, vacanziero, è un un po’ poco “matrimoniale” (si è mai vista una sposa che profuma di salsedine ed abbronzante al cocco?). Sweet Oriental Dream invece è piaciuto soprattutto a me, che non l’avevo mai provato e m’incuriosiva per le descrizioni che avevo letto. Piacevole, dolce senza stucchevolezza, appena appena orientaleggiante, un biscottino speziato che ho portato volentieri (per poco, purtroppo: su di me non è durato poi molto). Poi siccome la violetta l’aveva colpita davvero tanto, siamo andate a sentire quello che io considero una fantastica fragranza alla violetta: Aimez Moi di Caron. Etereo e spirituale come una creatura celeste, questo profumo angelico soffia una melodia direttamente dentro l’anima. Non lo so spiegare tanto meglio di così, è uno dei miei profumi preferiti, ma non lo posso portare spesso perchè mi emoziona troppo, mi distrae dalle cose che devo fare. E qui, secondo me, si è emozionata anche lei.
Poi la signora della profumeria, ci ha fatto provare il nuovo L’Instant Magic di Guerlain, che mi è piaciuto molto più dell’Instant. Più polveroso, forse c’è anche dell’iris, con una buona dose di vaniglia, ma anche con maggiore evoluzione. Più intrigante. Lo abbiamo apprezzato entrambe, per fortuna ne abbiamo un campione da provare meglio. Poi ha provato Nocturnes, sempre di Caron e Lily and Spice di Penhaligon’s, che però non l’hanno coinvolta un granchè. Poi siamo uscite e l’ho accompagnata in un altro negozio, dove abbiamo provato Ligea di Carthusia, che a lei è piaciuto molto, e a me ha addirittura incantata: l’avevo già sentito e non l’avevo capito. Forse sarà arrivato dopo qualche profumo più forte che me l’ha oscurato e me ne ha tolto il piacere, ma devo dire che è davvero il profumo di una sirena! Misterioso, sensuale, ma insieme anche sereno, armonioso, è durato ore. Credo che tornerò ad annusarmelo con calma. Fifi Chacnill invece invece è stato apprezzato subito ma la persistenza minima e il tono un po’ affettato e zuccheroso che esce dopo 5 minuti lo hanno lasciato indietro. A quel punto avevamo capito che i legnosi fioriti potevano essere interessanti, così abbiamo annusato 2000 Ans d’Amour (Reminiscence) un legnoso con un cuore dolce di rose che io apprezzo sempre di più ogni volta che lo sento, che però ha avuto un’accoglienza così così. Abbiamo finito il giro con le tre fragranze secondo me migliori delle Nereides: Patchouli Antique (effettivamente poco “celebrativo”, ma così buono…), Imperial Opoponax (molto ma molto apprezzato -e vorrei vedere visto che è un capolavoro di profumo!), e Douceur de Vanille. A fine mattinata lei ha potuto portarsi a casa qualche fialetta da provare con calma e una serie di mouillettes con i nomi scritti sopra. Io mi sono sivertita un mucchio, mentre per la Stè non sarà un compito facile chiarirsi le idee: il bello è che quando ti avvii su un certo tipo di fragranze di qualità, all’inizio ti piace quasi tutto e ti sorprende la distanza enorme con i profumi che puoi annusare in giro. Tutto ti sembra buono e ci vuole un pochino per capire cosa realmente ti fa sentire bene e cosa invece ti piace semplicemente perché originale, o artistico o semplicemente di qualità superiore a tutto quello che avevi annusato. E così non è facilissimo capire come orientarsi. Ma abbiamo qualche settimana, tanta curiosità e un obiettivo felice davanti. Ce la faremo.
ENGLISH TEXT
As the evocative power of smell goes back in time, it is enough one second’s sniff to relive one day, an emotion, a single moment. For this reason my friend Ste and I thought (more or less simultaneously) there is nothing better than to entrust a fragrance this happy period in her life. A perfume she should wear only in those days: those immediately before, during and after his marriage. So this morning we began the search, with absolute prohibition of buying anything. Today is devoted to sampling. The first fragrances we tested were the classic “marriage” ones: Jour de Fete and Violette dell'Artisan, Teint de Neige by Villoresi, Love in White by Creed, Sweet Oriental Dream by Montale. I already knew Jour de Fete, is a sweet handful of confetti, a soft scent very close to the skin, but is a little too sweet for her, while Violette came as a discovery. The Artisan Violette is carnal, intense, if you don't know anything about violettes and whether you like it or not, this one is a great way to meet this flower. Teint de Neige’s powderiness was very much appreciated, and it's strange, if I think she is in love with the rough/soft contrast of
herbal teas, which “sounds” the opposite! But each fragrance speaks for a part of us, it's good to talk to others even by the smell we choose to wear. Love in White, tried on the skin was not much appreciated, actually after a while on her skin gets confused, and takes an unpleasant direction, while Virgin Island Water though sweet and very nice, is unusual for a bride, too holiday-like (brides are supposed to smell of salt and coconut tanning AFTER marriage, not before). Sweet Oriental Dream is pleasant, sweet not too heady, just barely oriental, a spicy muffin I would definitely wear. Then as the violet had really enchanted Stefania a lot, we went to try what I consider a wonderful violette fragrance: Aimez Moi by Caron. Spiritual and ethereal as a heavenly creature, this angelic scent blows a tune directly into the soul. She was moved, too.
Then the lady of the perfume shop gave us vials of L'Instant Magic by Guerlain, which I liked much more than L’Instant. Powdery with iris, with a heavier vanilla, but also more development and intrigue. Then she tried Nocturnes, again by Caron and Lily and Spice by Penhaligon's, but those haven't involved her much. Then we went to another shop, where we tried Ligea by Carthusia, which she liked very much, and has enchanted me, too: I had already tried it but didn’t understand. Perhaps it came after some stronger scent that has overshadowed it, but this time I t took pleasure in it. Mysterious, sensual, but also clear, smooth, it lasted hours. Fifi Chacnill instead left our wrists after 5 minutes and we didn’t have enough time to evaluate it. At that point we realized that the woody-flowery could be interesting for her, so we sniffed 2000 Ans d'Amour (one of the least known and loved by Reminiscence, but for me one of the best in this line) a woody scent (patchouli, cedar), with a sweet-rose heart that I appreciate more and more every time I try it. We finished the tour with 3 of my favourite fragrances, in my opinion the best from Les Nereides line: Patchouli Antique (actually not so "celebrative" as a marriage would require, but so good...), Imperial Opoponax (very much appreciated and I see perfectly the reasons why) and Douceur de Vanille. At the end of the morning she took home a bunch of vials to try. It won’t be easy for my friend Stefania to clarify her ideas, when you meet artistic perfumery, you happen to like almost everything you test, and you wonder about the distance with scents that you can sniff around. Everything seems good and it takes a bit to understand what really makes you feel good and what strikes you simply because it’s original, or artistic, or simply superior to everything you had smelled before. But we have a few weeks, much curiosity and a happy goal in front of us. We will succeed.

17 commenti:

Diakranis ha detto...

in effetti è un ardua scelta..

non solo è difficile scegliere un profumo che piaccia davvero, ma poi perchè sarà associato ad un evento così importante...

se dovessi scegliere un profumo tra quelli che ho per un evento così... beh non saprei davvero cosa scegliere...

scelta troppo difficile... vorrei averli tutti... il top sarebbe, in un mondo utopistico, uno per il rito, uno per il pranzo cena, e uno per la notte di nozze...

:-)

conciliare questi tre momenti così diversi tra loro in un profumo solo è davvero imbarazzante.. :-)

quantomeno non è sola nella scelta, ha con sè una brava consigliera

Bergamotto e Benzoino ha detto...

E soprattutto dev'essere qualcosa che poi non metterai più, cioè qualcosa che rimanga legato a quei momenti e basta, da riannusare quando vuoi immergertici di nuovo. Io credo che il difficile sia questo: scegliere una cosa che ti piace coì tanto, sapendo che che poi non la porterai tutti i giorni!

ADJIUMI ha detto...

Bella questa cosa, una sorta di album di matrimonio, da aprire e sniffare ogni tanto!!

Mi sbilancio, sai che opterei per un Artisan? Li sto rivalutanto!!

Magari un Tea for Two...

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Sai che li sto rivalutando anch'io? Tea for Two è un'idea GENIALE, visto che lei ama il tè e questo è soave e brillante...

ADJIUMI ha detto...

Anche The Pour un Ete mi piace, mi ispira, anche il nome suona cos' romantico!

Diakranis ha detto...

oddio, però forse non rimetterlo proprio più...

io lo userei per tutte le occasioni importanti della famiglia, che so, per la prima entrata ufficiale in una nuova casa, per la prima ecografia di un figlio (e per le due successive..), per le uscite degli anniversari, per le cene romantiche (ma di quelle fortemente romantiche..)...

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ma che belle idee che stanno uscendo!!! Così diventa davvero un album olfattivo dei ricordi più belli!
E se fosse che, usando un certo profumo solo nelle occasioni felici della porprio vita, alla lunga bastasse solo annusare il profumo per essere felice?

Diakranis ha detto...

hai voglia..

il chap stick alla fragola hai presente? è un burrocacao, beh è il profumo di quel burrocacao mi ha accompagnata per una intera estate della mia adolescenza... ancora adesso, se lo sento, mi salgono di botta tutte le sensazioni, tutti i ricordi di quell'estate e mi viene la pelle d'oca..

ADJIUMI ha detto...

Beh io quando annuso un certo tipo di saponetta....(precisamente alla viola)....torno a quando ero bambino...a quando mi trovato in un determinato luogo (a casa di parenti in montagna) e lì mi inventavo tanti giochi tutto solo!! Io ci credo a tutto questo, infatti non indosso con facilità Ambre di Reminiscence, mi riporta ad un brutto periodo della mia vita...ho la sensazione che mi torni un dolore fortissimo dentro!!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

... ou ma mi volete far commuovere tutti e due?
Io ho ricordi molto brutti legati a Eternity di C. Klein, mi venne regalato lo stesso giorno in cui successe una cosa brutta. Non riesco a portarlo e anche sentirlo su altri mi fa venire il magone, perchè nella mia mente quel profumo sarà sempre l'odore di quel giorno. Cioè se OGGI ripenso a quel giorno, ci penso con un filo di malinconia, ma niente più. Se annuso il profumo, invece, mi viene da piangere: sento nel cuore tutto il dolore come se quella giornata fosse oggi.

E poi, stamattina mi è successa una cosa e questo post mi viene a fagiolo: qui c'è il mercatino antiquario e uno dei soliti che vendono salotti e divani anni '60, aveva su un mobiletto le bambole di Biancaneve e i sette Nani, modello Walt Disney alte 30-50 cm in plastica gommosa colorata, che chi è stato piccolo nei primi anni '70 ricorderà di certo perchè erano un oggetto del desiderio. Beh, avevano un odore gommoso/dolce/biscottato, tipico della gomma per bambini. Mi sono avvicinata e ho annusato con forza: dopo trent'anni è rimasto solo in lontananza un lievissimo accenno quasi impercettibile, che però mi ha riportata indietro alla mia infanza (voglio proprio dire 6-8 anni). E' stato un momento stranissimo, irreale. Gli ho chiesto quanto costasse comprarle, e il tipo mi ha risposto sgarbato:"Ora ci scrivo un cartello sopra: NON LE VENDO! è da stamane che me le chiedono ogni 5 minuti". Non ho chiesto se glie le annusavano, prima di chiedergliele, ma sospetto di sì ;-)

Diakranis ha detto...

ma che personaggio antipatico!! se non le voleva vendere cosa le ha portate a fare??? antipatico... :-)

Diakranis ha detto...

comunque, non a caso le terminaizoni dell'olfatto vanno dritte nel cervello....

è per questo che un prufumo può dare una gioia immensa e un dolore altrettanto intenso...

halexy ha detto...

Brava Diakranis,un profumo può dare infinite sensazione sia che gia sia conosciuto in precedenza,sia che sia completamente nuovo,sono d'accordo. Così come sul fatto che ci sono dei profumi(magari anche molto belli),che comunicano anche a me un fitta al cuore perchè associati a qualche periodo/episodio della vita in cui ho sofferto,niente di più vero!
Per quanto rigurda la futura sposa io direi che deve accadere un colpo di fulmine tra lei e la fragranza che sceglierà di indossare il giorno del matrimonio,questo a prescindere dalle propensioni/attrazioni personali verso determite fragranze.E ne sono sicura ci sarà quella che le farà dire,sentire senza dubbi:è questa!
Allora l'hai provato Sweet Oriental Dream?Visto che è SPETTACOLARE?

Anna Maria ha detto...

Buongiorno, mi presento: ligure, nick teagatta su ALF, Nyneve da adJumi e in basenotes.
Alla WM:
Ti ho lasciato un messaggio sulla mess di Adjumi ma forse non l'hai letto.
1-Se vuoi provare l'Inspiratrice Divine ce l'ho, mandami il tuo indirizzo.
C'è un profumo, anzi 2 di una profumiera indipendente sconosciuta alla massa, Lilyoh, francese, ideali per una sposa; i profumi sono Bulle de lune e C'est un ange.
Posto qui il suo sito così vi fate un' idea.
Un décant da 8 ml, molto persistente tipo extrait, costa 7 eu + spese postali.
http://lilioh.canalblog.com/archives/parfums___details_dans_mon_profil/index.html

Ciao a tutte!

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao Tea! Sì che ci conosciamo e mi fa davvero piacere ritrovarti qui, che bello! Scusami, ma non mi devo essere accorta del messaggio sul forum di Adj. Comunque sì, ti posto molto volentieri il mio indirizzo per L'Inspiratrice... intanto anche tu inizia a pensare a cosa ti piacerebbe ricevere da provare, ok? Eppoi, grazie per la dritta, ora faccio un giro sul sito che mi indichi. Tu li hai già provati? Come ti sono sembrati? Già i nomi sono bellissimi!

Anna Maria ha detto...

dunque, ho un attacco di poltroneria quindi incollo qui le note che ho scritto sui lily-oh in bt-test
in francese, sorry;
i primi 4 li ho prestati ad un'amica, dei secondi 4 ho la possibilità di fare 1-2 samples x chi li vuol provare, ho ancora circa 3 ml di ciascuno:

Jardin sauvage

Un verger sauvage, pour moi.
J'aime pas les parfums fruités, mais ce parfum mérite son palmarès.
J'imaginais un jardin comme les J. d'Hermès et je me retrouve dans le verger de mon enfance.
Les notes d' agrumes en fleurs sont très faibles, mais sur ma peau ressort un parfum de gelée de groseilles et des petites fraises qui poussaient sous les arbres de prunes et de poires.
Les gooseberries sont à cueillir...
Je me rends compte que l'effect fruité est donné par la vanille melangée à un santal d'une qualité hyper, qui a des notes douces qu'on ne retrouve pas dans les parfums médiocres.

L'Inconnue
Racé et important.
Une grande explosion de fruits et fleurs.
On détecte bien la fleur di cerisier et la pivoine, sur un fond de miel de robinia et d'ambre.
Un peu trop sucré pour moi, mais pour les amateurs du fleuri -fruité un choix impec.
Mieux que Cherry blossom Guerlain et L de Lolita L.


Violette et le gantier
Un départ très alchoolique avec une violette verte er froide, pas sucrée
une note de coeur de hictyol, ou d'un baume très pharmaceutique (styrax)????
à la fin une note de cuir velouté
Elegant, discret, cuiré, avec bcp de caractère

C'est un ange
Un départ écoeurant qui me rappelle Miss Dior Chérie mais qui evanuit en quelque instant pour laisser la place au vrai ange.

Il est de la me^me famille de
In love white
Talco delicato
Iris erbolario
Teint de neige

Mais il est MIEUX
Moins lourd que le Villoresi, plus de caractère que le Creed, moins banal que talco delicato et d'une classe hyper!!!!

Le parfait parfum pour une mariée.
Il va avec sa robe blanche, son iris et son musc lui donnent du propre sans sentir le bébé
Un parfum d'amande et vanille...les dragées!

L'éveil fait lin
Une délusion, j'aime pas la lavande (des mauvais souvenirs d'enfance) et j' éspérais qu'elle evanouisse en quelque instant,
mais elle reste bcp sur ma peau, une lavande âcre que j'aime pas
(La lavande que grand mère cueillait au Col de Nava, une des meilleures du monde utilisée par les grans parfumiers, était délicieuse.)
J'y retrouve aussi la note de moisissure que parfois je sent dans Après l'ondée (sais pas si lily sera contente de ce lien entre le 2 parfums )
Les notes de coeur et de fond sont très faibles

Noces marocaines

Au premier impact j'ai pensé: "trop doux pour moi"
Mais c'est un doux pas écoeurant, et très agréable!.
Rien à voir avec un parfum sucré commercial.
Je ne le sents si oriental comme voudrait Lily.*

Pour Lily:quel Styrax? bejoin, opoponax, incense ou myrrhe?
J'y sent surtout l' Arthemisia

Nuit au sérail

J'aime pas, il est trop empyreumatique pour moi.
Les notes confit-bru^lé virent au carbon d'un feu sacrifical.

Carnet de bal

Il est très evergreen, j'aime bien!
Dans la me^me ligne de Violette et le Gantier et de Comme un ange, un mélange des deux (je connais pas Bulle de lune que j'aimerais bien essayer, mais que je crois décliné dans ce ésprit)

La petite note de chocolat blanc rajeunit la compo sans écoeurer (c'est pas ANGEL!!!!), l'amande et l'iris n'écrasent pas les traces de musc et de baumes (quels baumes SVP?). Je les sent mais j'arrive pas à les identifier.

Comme Violette et le gantier, que je sent dans l'ésprit de Coco,mais avec une évolution moins voyante, il est impec sur une fille sans chichis, minimaliste et soignée,

Bergamotto e Benzoino ha detto...

Ciao AnnaMaria!
Sono andata a vedere il sito che mi hai segnalato... carino!
Mi interessano sia la Violetta che l'Angelo (a prpoposito, somiglia in qualche modo ad Aimez Moi di Caron?). Ho lasciato mp per te sul forum ma ho capito che non ti dev'essere arrivato. Avrò sbagliato qualcosa. Comunque riprovo!