29 luglio 2011

Serge Lutens: Vitriol D'Oeillet

Grazie a Zoroastro che scrive su Beautè Test, e che ringrazio molto per la gentilezza, ho potuto ricevere una fialetta di Vitriol D'Oeillet di Lutens, in uscita a settembre. Ero molto curiosa di provarlo perchè la nota garofano non è molto usata in profumeria oggi, mi vengono in mente solo Garofano di Villoresi e Oeillet della linea esclusiva di Prada, il primo accoppia rosa, gelsomino, pepe e cannella all'accordo geranio con un risultato femminile e imponente, molto vicino al reale sentore del fiore, mentre il secondo me lo ricordo più sofisticato e delicato, e soprattutto asessuato.

Vitriol D'Oeillet (Serge Lutens, 2011)

Thanks to Zoroastre who writes on Beauté Test (thank you dear, for your kindness), I have received a small vial of Vitirol d'Oeillet by Serge Lutens, out in September.

I was very curious to try it because the carnation note isn't very used in perfumery today, I can think only of Villoresi's Garofano and Prada's Oeillet (exclusive line): the former couples rose, jasmine, geranium, pepper, cinnamon and a clove accord with a result feminine and imposing, very close to the real scent of the flower, while I remember the latter as most sophisticated, delicate and asexual.

26 luglio 2011

Riflessioni su vestiti e vecchi profumi (White Linen, N.19, Diorissimo, Diorama)

Stavo scrivendo un post sulla fantastica lezione a cui ho partecipato la scorsa settimana presso Mouillettes&Co. intitolata "Profumi e Personalità" e mi è venuta voglia di raccontarvi un’altra cosa, che comunque nasce da lì (della lezione vi scriverò nei prossimi giorni).
Ai corsi di Mouillettes&Co. io ho sempre incontrato persone interessanti: formatori, responsabili marketing, persone che dentro al profumo ci lavorano e ne danno una visione diversa, che apre la mente rispetto a molti argomenti. E perciò, quando ho capito che alla lezione avrebbe partecipato anche un giovane e talentuoso consulente d’immagine (Dino di “Semplicemente Chic”- Image Consulting), ne ho approfittato per chiedergli una marea di consigli su abbigliamento e accessori. E lui non si è tirato indietro, anzi: è stato una vera miniera, e lo ringrazio.

Clothes and vintage scents (White Linen, N.19, Diorissimo, Diorama)

I was writing a post about the exciting lesson I participated last week at Mouillettes &Co. on "Perfumes and Personalities" but then I decided to tell you something different, still originating there, I'll post on the lesson in a couple of days.
At Mouillettes&Co. I've always met interesting people: trainers, marketing managers, people who work in the scented field and thus may convey a different, mind-opening view. So, when I realized that the other participant was a young and talented image consultant (Dino from "Simply Chic" Image Consulting), I took the opportunity to ask a lot of advice on clothing and accessories.

21 luglio 2011

By Kilian: il nuovo Sweet Redemption (Calice Becker, 2011)

Questa settimana ho potuto provare in anteprima il nuovo lancio Kilian: Sweet Redemption (di Calice Becker), e ve ne parlo perchè l'ho trovato molto piacevole e particolarmente ben eseguito. Certo, quando ho letto le note della piramide (fior d'arancio, petit grain, vaniglia, mirra, opoponax, benzoino ed incenso) ho subito visualizzato  un dolcetto stucchevole e banale dal peso specifico del piombo, ma invece...

Sweet Redemption by Kilian (Calice Becker, 2011)

This week I've been trying the new Kilian launch "Sweet Redemption" by Calice Becker and I'm writing on this because I found it extremely pleasant and very well executed. Notes include orange blossom, petit grain, vanilla, myrrh, opoponax, benzoin and incense; when I read them I tought I'd get an overly sweet and banal praline with the specific gravity of lead, but instead...

13 luglio 2011

Il nuovo N.19 Poudre (Chanel, 2011)

Quest'anno Chanel ha deciso di affiancare al mitico N.19 un fratellino moderno, meno scorbutico, più adatto a soddisfare il nostro gusto contemporaneo, dal nome N.19 Poudre. Un flanker, quindi.
Lo aveva detto (beh non proprio con queste esatte parole...) Christopher Sheldrake in quest'intervista.
Bene, l'altro giorno ero alla profumeria 20 Rosso di Genova a comprarmi il N.19 e me l'hanno fatto provare sia su cartina che su pelle.
Le note di testa di mandarino e fiori d'arancio offrono una delicata sensazione di luce e dolcezza, quasi sussurrano per non coprire una nota iris che si sente con decisione fin dall'inizio: cremosa, vellutata, con interessanti accenti legnosi.

N.19 Poudre (Chanel, 2011)

This year, Chanel decided to give a companion to the legendary N°19. A less shady individual, more modern in the feeling and more complying with our contemporary tastes, named N°19 Poudre. This is what Christopher Sheldrake said in this interview (well, yes, with different words... :-)) .
The other day I could try it on touche and then on skin.
The top notes of mandarin and orange blossoms offer a delicate feeling of light and sweetness, but not as loud as they can be sometimes: they almost whisper not to cover the iris note perfectly detectable from the opening, creamy, velvety, with attractive woody accents.

9 luglio 2011

I Magnifici 70: i Dior

Miss Dior (1947)
Diorissimo (1956)
Eau Sauvage (1966)
Diorella (1972)
Poison (1985)
Fahrenheit (1988)
Hypnotic Poison (1998)

Tra i  marchi che hanno un posto d'onore nella lista dei 70 c’è Dior, capace di lanciare almeno un capolavoro ogni decennio (cosa che non riesce a tutti). Ho avuto dubbi se inserire o no Miss Dior che a mio parere oggi ha perso molto del suo allure originale, visto che l’uso di alcune delle materie prime che compongono la famiglia chypre (tra cui agrumi e muschio di quercia) è stato molto ristretto dalle nuove regole dell’IFRA. Ed è un peccato: quella chypre è una famiglia olfattiva particolarmente affascinante, con storie complesse e a tratti persino erotiche, da raccontare.

Magnificent 70: the Diors

Miss Dior (1947)
Diorissimo (1956)
Eau Sauvage (1966)
Diorella (1972)
Poison (1985)
Fahrenheit (1988)
Hypnotic Poison (1998)
Among brands deserving a honor place in the list of the Magnificent 70 there’s Dior, capable of launching at least one masterpiece every decade (not a simple task). I had doubts about whether or not to incorporate Miss Dior, because today it’s lost much of its original allure, since the use of some raw materials crucial for the chypre family (including citrus oils and oakmoss) is severely restricted by IFRA. And it’s a real pity: the chypre family is particularly fascinating, with complex and sometimes even erotic stories to tell.

4 luglio 2011

I Magnifici 70: gli Chanel

N.5 (1921)
Bois des Îles (1926)
Pour Monsieur (1955)
N.19 (1970)
Antaeus (1981)
Coco (1984)

Chanel è stato uno tra i primi marchi a differenziare le sue linee di fragranze: alla linea in vendita nei negozi di tutto il mondo si è affiancata negli ultimi anni una linea di superlusso sofisticata e di altissimo livello, venduta solo nelle boutique del marchio: Les Exclusifs. Questo ha portato, in Chanel come negli altri marchi che hanno fatto la stessa operazione, ad una netta differenziazione anche nella qualità delle fragranze: strepitose quelle esclusive, piacevoli e poco più quelle commerciali. Ma questa differenziazione, per quanto riguarda Chanel, è avvenuta solo negli ultimi anni, quindi la linea commerciale continua ad esprimere i valori propri del marchio Chanel, e le fragranze sono state ritoccate con mano lieve e amorevole, mantenendo molto della loro bellezza originale.

Magnificent 70: the Chanels

N.5 (1921)
Bois des Îles (1926)
Pour Monsieur (1955)
N.19 (1970)
Antaeus (1981)
Coco (1984)

Chanel was one of the first brands to differentiate its lines of fragrances: the line sold in stores around the world has been joined by an uberniche line of extreme beauty and sophistication only available in Chanel boutiques, "Les Exclusifs". This is leading, in Chanel as in other brands that chose the same direction, to a clear differentiation in the quality of fragrances. But this distinction is occurring in these recent years, so the most widely available line continues to express the values characterizing the brand: fragrances have been retouched by a loving hand and still keep much of their original beauty.